/ Municipio Bassa Valbisagno

Municipio Bassa Valbisagno | 03 novembre 2021, 12:00

Ancora migliorie in Bassa Valbisagno, l’impegno del Municipio

Ripristinata la mattonata a San Fruttuoso con i fondi dell’ente, procede la riqualificazione di molti quartieri, che da domani ricordano la tragica alluvione di 10 anni fa e analizzano progetti per la messa in sicurezza di questo delicato territorio

Ancora migliorie in Bassa Valbisagno, l’impegno del Municipio

Ancora migliorie in Bassa Val Bisagno. Le ha appena annunciate il presidente Massimo Ferrante. “Si sono conclusi gli interventi di ripristino su tratti di mattonata e acciottolato in via Pianderlino nel quartiere di San Fruttuoso, finanziati e realizzati dal Municipio Bassa Val Bisagno”.

Per queste opere è stata utilizzata la prima annualità conto capitale 2019 del Municipio. Come noto, dal 2021 il conto capitale ai Municipi è stato eliminato. Il conto capitale del 2019 ammontava a euro 289.000 euro.

“Per le scuole: 119.000 euro; per questo lavoro: 25.000 euro. Chiaramente tutte le cifre sono Iva compresa”. Il risultato è significativo e sui social già diversi cittadini si sono accorti del cambiamento e se ne dicono soddisfatti, ben conoscendo l’importanza di questi lastricati in una città arroccata come Genova.

Pochi giorni prima era stato segnalato dallo stesso presidente l’intervento di pulizia e sfalcio, di parte delle scarpate presso salita Gerbidi e via Donati, a cura del Municipio Bassa Val Bisagno e giovedì scorso anche alcuni volontari hanno contribuito al decoro del territorio: le ragazze e i ragazzi dell’Area Persone Straniere di Fondazione Auxilium Genova, insieme agli educatori de ‘Il Melograno’ coop sociale Genova, hanno rastrellato e tolto le erbacce dalla mattonata di salita Nuova di Nostra Signora del Monte.

La pulizia è stata effettuata nell’ambito del patto di collaborazione, sottoscritto con il Municipio, che ha fornito le attrezzature necessarie, per il mantenimento degli spazi pubblici del quartiere. Si tratta di un’attenzione volta alla valorizzazione, a cui si giunge anche grazie al contributo personale dei consiglieri municipali, che hanno avuto un’idea: rinunciare ai gettoni.

Il risultato è garantire preziosi strumenti salvavita ai cittadini: un defibrillatore in tre piazze diverse del territorio grazie al risparmio del plafond dei gettoni di presenza non percepiti. Saranno installati a largo Merlo, a Quezzi, in piazza Galileo Ferraris, a Marassi, e in piazza Martinez, a San Fruttuoso. “Quello dei consiglieri del nostro Municipio vuole essere un piccolo segno tangibile di vicinanza alla cittadinanza, cittadini che in Val Bisagno come nel resto della città sono sempre più anziani e per questo abbiamo pensato che mettere a disposizione un defibrillatore nelle piazze più vissute può servire a salvare delle vite. Ormai è provato che di fronte a una persona vittima di un attacco cardiaco la possibilità di avere a disposizione un defibrillatore può rivelarsi determinante per la sua salvezza”.

Domani, 4 novembre poi, con il patrocinio del Municipio Bassa Val Bisagno, la popolazione si ritroverà insieme per ricordare una tragica data, quella dell’alluvione. Alle 10 in piazza Galileo Ferraris c’è l’apertura delle celebrazioni per il decennale dell’alluvione del novembre 2011. Nei giorni successivi seguiranno una mostra a cura di allieve e allievi dell’I.C. Marassi e diverse conferenze sul tema delle calamità naturali e del dissesto idrogeologico.

Sabato 6 novembre dalle 9 alle 13,30 in Sala del Consiglio del Municipio Bassa Val Bisagno, ecco: ‘4 Novembre 2011: La Val Bisagno 10 anni dopo’, conferenza a cura dell'associazione ‘Amici di Ponte Carrega’. Nel corso dell'iniziativa si ripercorreranno i tragici fatti dell'alluvione del 2011 e si analizzeranno i progetti per la messa in sicurezza della Val Bisagno. Ingresso fino ad esaurimento posti con possibilità di prenotazione via WhatsApp al n. 349 2377545 o email a info@amicidipontecarrega.it. Obbligo di Green Pass.

Rosa Cappato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium