/ Municipio Centro Ovest

Municipio Centro Ovest | 04 novembre 2021, 15:30

Nuova frontiera della scuola: il liceo Mazzini all’avanguardia in Italia discute di reti e didattiche innovative

Su iniziativa della dirigente scolastica Monica Pasceri una giornata dedicata ai temi di reti nazionali e didattiche innovative, con la partecipazione dell’assessora Cavo, del vicesindaco Nicolò ed altri esponenti pubblici

Nuova frontiera della scuola: il liceo Mazzini all’avanguardia in Italia discute di reti e didattiche innovative

“È stata una bella iniziativa per il territorio del liceo, il ‘Mazzini’ infatti ha un bacino d’utenza molto ampio (dal ponente alla Valpolcevera, dalla Valle Stura alla Valle Scrivia) e trovo giusto, se non doveroso, cercare di valorizzare tutte le potenzialità del territorio, il ponente è ricco di ville storiche e parchi che meritano d'essere conosciuti ed apprezzati dai cittadini e soprattutto dai giovani”.

Commento del dirigente scolastico Monica Pasceri, al termine di una mattinata che ha definito “molto intensa”, e dedicata a dibattere sul progetto ‘Reti nazionali di scuole per le metodologie didattiche innovative (Pnds)’ per l’implementazione delle competenze digitali applicate alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. Incontro organizzato dall’eccellenza scolastica che è il ‘Mazzini’, che si è tenuto presso il Centro civico Buranello di Sampierdarena con protagonisti di alto livello e profilo.

Ad alternarsi al microfono l’assessora regionale all’Istruzione e alla formazione Ilaria Cavo, il vicesindaco Massimo Nicolò, l’assessora comunale all’Urbanistica Simonetta Cenci, il dirigente dell’Ambito Territoriale di Genova e Savona - Usr Liguria Alessandro Clavarino e quello dell’Ambito Territoriale di La Spezia Roberto Peccenini.

L’introduzione è stata della stessa Monica Pasceri che ha sottolineato di “aver voluto organizzare la presentazione del progetto in presenza per dare un segnale di ritorno alla normalità (o quasi) agli studenti e al territorio del Liceo Mazzini, ossia il Ponente e la Valpolcevera”.

“Penso - ha dichiarato la Pasceri - che questo progetto abbia colto nel segno: avvicinare gli studenti al digitale e renderli consapevoli e orgogliosi dell’enorme patrimonio artistico e culturale di Genova. E sono contenta in tal senso di essere riuscita a coinvolgere i principali interlocutori della scuola, dalla Regione agli enti locali, all’Ufficio scolastico regionale, in un’ottica di proficua collaborazione tra tutte le istituzioni”.

Il progetto su reti e didattiche innovative è progetto pilota nazionale, ha spiegato la professoressa Pasceri, “che ha trovato adesione di nove scuole in Italia, tra cui il nostro istituto”. E nel merito di ciò che si andrà a fare, “gli studenti - ha spiegato la dirigente scolastica - produrranno una chatbot (assistente digitale) in grado di dialogare con gli utenti (in primo luogo loro stessi e i loro pari), individueranno i luoghi di interesse e li organizzeranno in percorsi per la promozione delle realtà locali, nell’ottica della titolarità culturale”. Nel corso dell’evento c’è stata anche una video conferenza con tutte le altre scuole della rete in Italia.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium