/ Eventi

Eventi | 05 febbraio 2022, 10:00

Roberto Frugone lancia il nuovo progetto ‘Petali nella burrasca’

Una serie di podcast per farci conoscere la sua poetica e il mestiere del cantautore. Insegnante di lettere al Villaggio del Ragazzo, Frugone ha iniziato a scrivere canzoni nel 1991, tiene concerti dal 1994, e dal 1996 ha pubblicato sei album di canzoni originali

Roberto Frugone lancia il nuovo progetto ‘Petali nella burrasca’

Lo conosciamo, e lo stimiamo moltissimo, come professore di lettere e come animatore sociale presso il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore, di cui è anche abile comunicatore e responsabile dei rapporti con i media, oltre che curatore di una bella e precisa newsletter che raggiunge migliaia di contatti ogni settimana.

Ma prima, durante e dopo, Roberto Frugone è anche un bravissimo musicista e cantautore, passione che si porta dietro da moltissimi anni: ha iniziato a scrivere canzoni nel 1991, tiene concerti dal 1994, e dal 1996 ha pubblicato sei album di canzoni originali. E adesso, da pochi giorni, e con frequenza di pubblicazione settimanale, ecco il nuovo progetto di Roberto: s’intitola ‘Petali nella burrasca’ ed è disponibile gratuitamente sia sul portale dell’artista, www.robertofrugone.it, sia su tutte le principali piattaforme di ascolto online.

“Si tratta - racconta Frugone - di un nuovo podcast in cui, dialogando con l’autore, attore e regista teatrale Federico Luciani, e in compagnia di molti altri ospiti, esploro il mondo della canzone d’autore, ripercorrendo il mio percorso artistico a oltre venticinque anni dall’uscita del mio primo album. Tutto nasce, come spesso accade, da un incontro tra amici artisti, in cui una qualche passione condivisa dà vita a un dialogo fecondo che arricchisce, al di là delle differenze di età e di esperienza, e genera progetti come questo”.

Come nasce una canzone? Viene prima il testo o la musica? Ci deve essere correlazione tra loro? Cosa s’intende per concept album? Cos’è un cantautore? “In questo podcast cerchiamo di dare risposta a queste e molte altre domande attraverso l’esperienza cantautorale di Roberto. Si tratta di un viaggio nel mondo della musica, ma soprattutto parliamo di vita, perché è da lì che ogni canzone di Frugone trova la sua scintilla e il suo motore”, spiega il curatore del progetto ‘Petali nella burrasca’, Federico Luciani.

“Ci siamo detti - prosegue Luciani - perché non creare insieme un contenitore dove parlare proprio di questo viaggio nel mondo della musica, ma soprattutto nel mondo concreto e quotidiano fatto di persone, sentimenti, vissuti, esperienze e riflessioni? Ne è venuto fuori un dialogo tra pari, tra creatori di contenuti in cui, a venticinque anni dal primo album e a trenta dalla prima canzone, è naturale per Roberto trovarsi a fare un bilancio del suo ‘primo tempo’, soprattutto a un passo dalla pubblicazione del nuovo album di inediti dopo un silenzio durato molti anni in cui, nel frattempo, la famiglia è stata legittimamente il suo pensiero principale. Io, come suo grande fan, mi sono proposto per accompagnarlo in questo progetto. Cresciuto con le sue canzoni e grande appassionato della sua poetica, lo aiuterò a scavare nei suoi brani al fine di trovare quel filo di Arianna che, dalle sue prime note e dai suoi primi versi, lo ha portato a essere quello che è ora. L’evoluzione di un pensiero, di un gusto musicale, di un lessico, di un uomo, di un artista. Un artista di provincia, sì, ma dove la provincia diventa un valore aggiunto e non, come nel pensiero comune, un biglietto di seconda classe. In questo podcast vedremo cosa vuol dire veramente vivere, raccontare e cantare la provincia. La provincia fatta di persone, di relazioni profonde, di radici e di fatica. È anche per questo che Roberto vive l’essere un cantautore come un artigiano che dà vita ai pezzi unici, le canzoni”.

Il podcast è pertanto un grande zibaldone delle idee e delle storie all’origine delle canzoni e degli album che le racchiudono, che si arricchirà nel tempo di ospiti, contributi e approfondimenti di vario genere, e allo stesso tempo è uno strumento di indagine più ampia sul mondo della canzone d’autore.

A spiegare il titolo, ‘Petali nella burrasca’, è lo stesso Roberto Frugone: “È un’espressione racchiusa in un verso della canzone ‘Portami’, che ho dedicato al mondo dell’adolescenza e pubblicato nel 2006. È un’immagine che amo molto, per quell’idea di gentilezza e grazia da scoprire e proteggere nella confusione della postmodernità in cui viviamo. Lo trovo pertanto il titolo ideale per quel miscuglio di pensieri, suoni, ritmi e armonie, versi, domande, persone, esperienze e tasselli di vita che ho cercato di esprimere nelle mie canzoni e che raccontiamo nel podcast”. ‘Petali nella burrasca’ è disponibile gratuitamente su Spreaker.com ed è distribuito su tutte le principali piattaforme di ascolto, tra cui Apple Podcast, Spotify, Deezer, Podcast Addict e Google Podcast.

Attivo dal 1991, Roberto Frugone ha debuttato nel 1996 con il disco ‘Appunti di viaggio’, cui sono seguiti: ‘Un giorno sulla terra’ (1999), ‘Ultreïa!’ (2002), ‘Semplicemente canzoni’ (2003), ‘Rosa di venti e di venture’ (2006) e ‘Né asfalto né battistrada’ (2016). Il suo stile abbraccia vari generi tra il pop-rock e il folk, mentre nella scrittura dei testi predilige l’introspezione e la ricerca di un immaginario poetico originale, affrontando temi sia di carattere esistenziale, che sociale e spirituale. Ha collaborato con diversi artisti anche in ambito teatrale, letterario, radio, video e tv, componendo sonorizzazioni e colonne sonore. Al Villaggio del Ragazzo, oltre a essere professore di lettere presso i corsi di istruzione e formazione professionale, insegna pianoforte e chitarra moderna e tiene incontri formativi e corsi di aggiornamento per insegnanti e corsi di songwriting. Roberto è da sempre un personaggio molto impegnato sia artisticamente che socialmente. Una persona piena di vita e di entusiasmo. E sarà sicuramente piacevole sentirlo raccontare. E raccontarsi.

Alberto Bruzzone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium