/ Sanità

Sanità | 22 giugno 2022, 17:10

L'ASL2 inaugura la SC in anestesia e rianimazione in collaborazione con l'Università

La Asl2 attiva presso l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, una Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione a conduzione universitaria

L'ASL2 inaugura la SC in anestesia e rianimazione in collaborazione con l'Università

Dal 1 luglio sarà attiva in Asl2 presso l’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, sede del Dea di II livello, una Struttura Complessa di Anestesia e Rianimazione a conduzione universitaria, guidata dal professor Nicolò Patroniti.

Dalla Regione esprimono soddisfazione: “Questa soluzione consente di rispondere in maniera efficace alle esigenze che Asl2 aveva manifestato garantendo l’inserimento degli specializzandi, così da far fronte anche alla carenza di specialisti nell’ambito dell’emergenza urgenza, carenza che riguarda tutto il territorio nazionale". Si sottolinea anche l'importanza delle sinergie tra San Martino, Università e strutture locali. 

“Oggi approviamo la delibera di istituzione di questa nuova Struttura Complessa a guida universitaria che sarà attiva da luglio in Asl2 presso il Santa Corona, sede del Dea di II livello – spiega il direttore generale dell’Ospedale Policlinico San Martino Salvatore Giuffrida – Voglio ringraziare per la collaborazione il direttore dell’Unità Operativa Complessa di Anestesia e Terapia Intensiva del Policlinico Paolo Pelosi, direttore della Scuola di Specializzazione in Anestesia, rianimazione, terapia intensiva e del dolore dell’Università, il direttore del Dipartimento di Igiene Giancarlo Icardi e il rettore dell’Università degli Studi di Genova Federico Delfino. L’unione fa la forza”, conclude Giuffrida.

Anche Federico Delfino, Rettore dell’Università di Genova manifesta compiacimento “Sono molto soddisfatto del clima collaborativo che si è creato tra tutte le istituzioni coinvolte. Questo ha reso possibile, in tempi relativamente brevi, il raggiungimento di un importante traguardo. L’Università, con l’Ospedale Policlinico San Martino, e l’Asl2, mettendo a disposizione le proprie risorse, sono riuscite a soddisfare le reciproche esigenze: da una parte l’Ateneo offre un’ulteriore possibilità di esperienza formativa sul campo ai suoi specializzandi, dall’altra Asl2 rafforza un reparto fondamentale come quello dell’Anestesia e Rianimazione, beneficiando della capacità assistenziale e scientifica dei medici universitari”.

 Sulla stessa linea il direttore generale della Asl2 Marco Damonte Prioli che aggiunge "Il nostro auspicio è che questi giovani che si specializzeranno in Asl2 decidano di rimanere qui anche una volta terminato il loro percorso formativo per svolgere la propria attività professionale”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium