/ Cultura

Cultura | 07 settembre 2022, 16:29

Gli influencer francesi Myriam e Pierre Cabon alla scoperta di Genova e del suo turismo accessibile

La coppia, in città al seguito dello street artist Tim Zdey, racconterà la propria esperienza sul sito wheeledworld.org e sui loro social

Gli influencer francesi Myriam e Pierre Cabon alla scoperta di Genova e del suo turismo accessibile

Genova è sempre più attrattiva, pronta a soddisfare le esigenze di ogni turista e meta dei principali influencers internazionali.

A confermare questa tendenza è la visita degli influencers francesi Myriam e Pierre Cabon di Wheeled World (wheeledworld.org), e dei social ad esso connessi, dedicato ai viaggi accessibili. Perché, nonostante Pierre sia diventato paraplegico ed usi una sedia a rotelle dopo essere stato vittima dell’attentato terroristico al Bataclan di Parigi del 2015, il piacere dell’avventura e della scoperta possa essere sempre alla portata di tutti.

In questi giorni la nostra città è diventata tappa del loro giro per il mondo e sarà la prossima protagonista dei loro seguitissimi racconti online. Boccadasse, Spianata Castelletto, Nervi, percorsi museali e una pesto cooking experience sono alcune delle tappe del programma organizzato dal Comune di Genova.  

Accolti dall’assessore al Turismo, Myriam e Pierre Cabon sono arrivati al seguito del noto street artist Tim Zdey (www.zdey.fr) impegnato nella realizzazione di un murales che arricchirà il percorso del “Gaslini Art Project” che renderà i viali dell’ospedale pediatrico genovese un vero e proprio museo all’aperto.

«Siamo molto contenti dell’arrivo a Genova di Tim Zdey insieme a Myriam e Pierre Cabon. La loro presenza conferma il ruolo di Genova tra le principali Smart Tourism Destination europee e contribuisce a dare maggiore visibilità alla nostra città anche grazie alle experiences che compongono le proposte culturali e turistiche della città – dichiara l’assessore al Turismo -. Sotto questo aspetto stiamo continuando a sviluppare progetti in campo turistico e stiamo attivando gruppi di lavoro trasversali alla nostra Amministrazione coinvolgendo la Consulta dei disabili, l'ufficio PEBA, gli operatori turistici e le associazioni. Desideriamo ampliare la nostra offerta per soddisfare le esigenze di tutti i visitatori ponendo particolare attenzione alla personalizzazione dei prodotti e alla valorizzazione del turismo lento ed inclusivo per offrire experiences accessibili e fruibili da tutti».

«Genova è un città atipica e bellissima la cui conformazione stretta tra il mare e le colline la rende unica – affermano Myriam e Pierre Cabon –. Ha molti aspetti attrattivi e la sua accessibilità anche per turisti disabili consente di apprezzare esperienze estremamente interessanti. Ad esempio, quella di poterla ammirare facilmente dall’alto grazie ad ascensori che in brevissimo tempo collegano il centro storico con punti panoramici».

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium