/ Politica

Politica | 06 ottobre 2022, 09:49

Manifestazione nazionale "Italiaeuropa: ascoltate il lavoro" a Roma, dalla Liguria un treno speciale

A un anno dall'assalto fascista della sede nazionale Cgil, decine di migliaia di persone sono attese a Roma per la manifestazione organizzata dalla sigla sindacale in piazza del Popolo

Manifestazione nazionale "Italiaeuropa: ascoltate il lavoro" a Roma, dalla Liguria un treno speciale

Sabato 8 ottobre, a un anno dall’assalto fascista alla sede della Cgil nazionale, sono attese decine di migliaia di persone a Roma per la grande manifestazione che la Cgil ha organizzato in Piazza del Popolo dal titolo “Italia-Europa: ascoltate il lavoro” .

Dalla Liguria è stato predisposto un treno speciale con il quale le delegazioni di lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati, studenti e studentesse potranno partecipare alla manifestazione per chiedere lavoro, diritti e misure a sostegno dei più fragili. Tra le principali richieste rivolte al Governo e alle imprese quelle di aumentare salari e pensioni per combattere l’inflazione, fissare un tetto alle bollette e introdurre il salario minimo legato ai contratti nazionali di lavoro. Per la Cgil bisogna dire basta alla precarietà, anche superando il job acts, ridare dignità al lavoro e rinnovare i contratti garantendo salute e sicurezza.

“Siamo contrari alla flat tax perché favorisce le fasce più abbienti e penalizza chi ha i redditi più bassi – dichiara Maurizio Calà Segretario Generale Cgil Liguria – siamo invece per combattere seriamente l’evasione e l’elusione fiscale che sottraggono importanti risorse al sistema paese”. La Cgil chiede che siano tassati gli extraprofitti – quelli che le imprese energetiche hanno ottenuto dal caro energia - e che siano redistribuiti ai redditi da lavoro e alle pensioni più basse. Con le risorse così ottenute si potrebbe pensare ad uno stato sociale migliore con al primo posto una sanità pubblica davvero per tutti, misure a sostegno della lotta alla povertà, come il reddito di cittadinanza opportunamente corretto per la parte che riguarda il lavoro, politiche inclusive, piena integrazione e diritti civili per i cittadini migranti.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium