/ Politica

Politica | 05 dicembre 2022, 12:46

Gronda, Sansa e Candia: “Ok al raddoppio dell'A7, la bretella di Ponente invece è progetto anacronistico”

Per i due consiglieri regionali della Lista Sansa lo sviluppo in Liguria non passa per asfalto e grandi opere ma per treni, mobilità sostenibile, sanità, università, scuole e imprese, e criticano i progetti antiquati

Gronda, Sansa e Candia: “Ok al raddoppio dell'A7, la bretella di Ponente invece è progetto anacronistico”

“All'estero si inaugurano treni e metropolitane di nuova generazione e in Italia parliamo ancora di ponte sullo stretto e di Gronda: opere costosissime, concepite quasi 40 anni fa”. Questo il commento del consigliere regionale Ferruccio Sansa all'indomani dell'ennesima intesa firmata ieri dal ministro Salvini, dall'A.d. Di Autostrade Tomasi e dal governatore Toti.

“Noi, lo diciamo dall'inizio, siamo favorevoli soltanto al primo tratto della Gronda, il raddoppio dell'A7 che serve al porto. Il resto no – sottolinea Sansa -. Ma soprattutto proviamo malinconia per la politica, di destra e sinistra, che continua a pensare solo alla Gronda per cambiare i destini di Genova. Quella politica che non sa elaborare un progetto, che non sa studiare, che non sa osare. Quella politica che non si è accorta che il vero problema della Liguria è lo spopolamento. Quella politica che non pensa alle università, alle scuole, alle imprese. Quella politica che non sa cosa succede negli ospedali. Quella politica che pensa di risolvere ogni male con la Gronda e un taglio di nastro”.

Dello stesso avviso del capogruppo della Lista Sansa, anche la consigliera regionale Selena Candia: “Solo una classe dirigente antiquata può gioire per un progetto anacronistico come la Bretella di Ponente della Gronda – attacca Candia -. Ci ripetono da decenni che questo pezzo di Gronda è la soluzione a tutti i mali della Liguria, e che assorbirà il 20% del traffico che oggi passa sull’A10 solo per oltrepassare Genova. Ma visto che la maggior parte del traffico è interno alla città, non si poteva ridurre questo della stessa percentuale, spostando gli utenti dall’auto ai mezzi pubblici?”.

“Perché si comincia con la Bretella senza aggiornare i dati di traffico alla luce di tutte le nuove strade fatte a ponente (come la Guido Rossa, la nuova Lungomare Canepa), e alla luce del Terzo Valico, del Nodo Ferroviario e dei nuovi assi di forza del tpl genovese, quando questi entreranno in vigore? - si chiede la consigliera regionale della Lista Sansa -. Il Nodo Ferroviario doveva terminare nel 2017 e dare a Genova un treno metropolitano: ma chi governa non sembra strepitare per i ritardi come sta facendo per un’autostrada che deturperà ancora una volta il ponente di Genova”.

“La sostenibilità è fatta di trasporti pubblici e rispetto per il proprio territorio – conclude Selena Candia - non certo da una grande autostrada sponsorizzata da un Ministero che ha tolto la parola sostenibilità pure dal nome, e da una Regione Liguria e da un Comune di Genova che hanno fatto del greenwashing più ipocrita la loro bandiera”.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium