/ Attualità

Attualità | 01 giugno 2023, 10:02

Silver Digital Innovation Net, presentati a Genova i progetti innovatiti delle start up sui temi di medicina virtuale, genetica, demotica ed education

Sono stati presentati i migliori progetti innovativi durante il selection day delle start up che si è svolto il 26 maggio scorso nella sede del Silver Hub presso il Talent Garden di Genova

Silver Digital Innovation Net, presentati a Genova i progetti innovatiti delle start up sui temi di medicina virtuale, genetica, demotica ed education

A seguito del lancio ufficiale della challenge per le Start Up e gli innovatori nell’ambito della Silver Economy sono stati presentati i migliori progetti innovativi durante il selection day delle start up che si è svolto il 26 maggio scorso nella sede del Silver Hub presso il Talent Garden di Genova. 

Silver Digital Innovation Net nasce proprio per creare condizioni efficaci allo sviluppo di progetti di innovazione e partenariati commerciali e industriali che rispondono alle esigenze delle persone over 65 e dei loro familiari. Il primo step del progetto ha preso avvio con la challenge organizzata da Wylab dedicata alle imprese del terzo settore che ha rilevato i bisogni reali da soddisfare, suddivisi poi in 4 macro aree:

-      medicina virtuale che include l’assistenza domiciliare, il monitoraggio a distanza, la riabilitazione e la diagnosi e cura;

-      casa nello specifico con interventi di domotica e arredamento, senior living, utilities ed efficientamento energetico;

-      tempo libero che comprende lo sport, la salute, il benessere, il turismo ma anche la cultura e l’arte;

-      education con il lifelong learning, le piattaforme educative e la sensibilizzazione al digitale.

Per le start up che hanno partecipato sono state organizzate due giornate di business training guidate da Wylab, la prima giornata dedicata alla costruzione del pitch con un intervento importante sulla parte di Public Speaking di Laura Strazzeri, Soft & Digital Skills Development Expert. Mentre il tema del Fundraising per la seconda giornata è stato sviluppato con diversi interventi di esperti del settore: Massimo Vanzi, member di IAG  (Italian Angels for Growth) che ha focalizzato l'attenzione sugli investimenti di startup da parte dei business angel e imprenditori, Pierpaolo Annunziata per conto di Leyton, società specializzata nei finanziamenti all'innovazione a livello globale e Nicola Lambert, Senior Partner del Fondo di Venture Capital OltreImpact.

Spiega Francesca Picasso, project manager di Wylab: “Questo evento è il primo step per raggiungere l'obiettivo finale di supportare la collaborazione tra startup e imprese sociali, la nostra missione è quella di cercare di ridurre il gap tecnologico e digitale nel settore”.

Le start up selezionate hanno presentato la loro soluzione innovativa dedicata alla fascia di popolazione over 65 e alle imprese sociali che operano nel settore.

Diagnostica Medica Veloce (DMV) nella categoria “Medicina virtuale” con sede a Roma, ha presentato una soluzione digitale ed innovativa per gestire la salute rendendo le interazioni con gli specialisti del settore rapide e facili, grazie ad un sistema che permette non solo di prenotare e ricevere a domicilio una prestazione medica, ma anche di avere i propri referti, consultati online e in condivisione con il proprio medico, in 24/48 ore.

In ambito education e medicina virtuale la start up di Genova “Easy Talk Easy Test” ha presentato il software che ha sviluppato in grado di analizzare e valutare il livello di conoscenza di una lingua attraverso un test orale automatizzato fatto esclusivamente in forma di dialogo con un’intelligenza artificiale. In ambito medicale può essere utilizzato per monitorare il miglioramento o il peggioramento delle capacità mentali di un paziente, utilizzando la capacità linguista come termometro del corretto funzionamento mentale.

Edialog una start up di Fidenza, ha presentato il progetto Familyhelp.ai nell’ambito della domotica e della salute, sviluppando una piattaforma digitale<s> </s>che mette a disposizione dei caregiver e degli assistiti strumenti e servizi per l’attività di cura da seguire a domicilio.

La start up milanese Fabbrica Innovazione ha presentato “Casa Digitale” una rete di facilitazione digitale costituita da sportelli accessibili gratuitamente dalla cittadinanza per imparare ad acquisire competenze digitali di base.

Nell’ambito della medicina virtuale e dell’education da Trieste la start up Optimens ha presentato i sistemi sviluppati per il supporto all’invecchiamento ottimale del cervello.

Il progetto della start up di Bari Senex dal titolo ”Nipote in affitto” ha l’intento di supportare la popolazione senior nella transizione digitale con una piattaforma di matchmaking generazionale.

Dalla Toscana la Wearable Robotics ha presentato il dispositivo medico da loro sviluppato “Alex Rehab Station”, unico dispositivo robotico in configurazione bilaterale per gli arti superiori sul mercato mondiale.

Da Montefiascone la GeneSys Bio ha presentato la tecnologia genetica innovativa nel dispositivo medico per la diagnostica ed il monitoraggio rapido delle vie urinarie. 

Scopo della Challenge, del Bootcamp e del Selection Day è stato quello di riunire gli attori dell’ecosistema della Silver Economy che hanno così risposto concretamente alle domande di prodotti e servizi innovativi proveniente dagli over 65, e riceveranno supporto e sostegno per le loro idee e attività attraverso diversi strumenti che verranno messi a loro disposizione dal matching con Imprese del terzo settore, alla possibilità di avviare un progetto pilota, al business training & mentorship e la partecipazione a eventi con stakeholder,  startup, aziende, istituzioni e investitori.

Spiega Maurizio Astuni, presidente e coordinatore Silver Digital Innovation NetL’obiettivo finale di questo percorso che ha coinvolto le start up a livello nazionale  è stato di individuare le soluzioni innovative che possano ottimizzare, anche attraverso la digitalizzazione, le specifiche attività delle imprese del terzo settore che lavorano nella silver economy e accrescere la cultura interna dell’azienda grazie alla «contaminazione» digitale favorita dal matching con startup e innovatori”. 

Le opportunità di sviluppo di servizi in grado di semplificare la quotidianità per i Senior e di garantirne una maggiore inclusione sociale sono molteplici e ancora parzialmente inesplorate, lo sviluppo della Silver Economy sarà legato alla possibilità di adottare dispositivi sempre più connessi e intelligenti tra di loro in grado di fornire servizi integrati, oltre alla capacità dei fornitori di prodotti e servizi di offrire servizi di facile accesso ed utilizzo per i Senior.

 

Il Silver Digital Innovation Net è un progetto finanziato nell’ambito della risposta della U.E. alla pandemia di COVID-19 (Fondi Strutturali di Investimento Europei | Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020).

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium