/ Attualità

Attualità | 16 gennaio 2020, 14:10

L'Italmatch chemicals acquisisce il progetto RecoPhos a sostegno dell'economia circolare

L'amministratore delegato Iorio. "l'innovazione e la sostenibilità rappresentano i fattori chiave per il successo a lungo termine dell'azienda"

L'Italmatch chemicals acquisisce il progetto RecoPhos a sostegno dell'economia circolare

Italmatch chemicals, gruppo chimico internazionale leader nella produzione e commercializzazione di additivi speciali per il trattamento acque e oil & gas, per la plastica e per oli lubrificanti, annuncia di aver acquisito RecoPhos project technology da Israel chemicals (Icl), incluse tutte le licenze, Ip, know-how e gli asset ad essa correlati. L'obiettivo è sviluppare ulteriormente e completare un processo sostenibile e altamente efficiente per il recupero del fosforo da tutti i flussi di rifiuti che lo contengono (le ceneri dei fanghi di depurazione sono tra questi) per produrre fosforo elementare (P4), a cui la tecnologia RecoPhos darà ulteriore contributo.

Il portafoglio storico e attuale di Italmatch chemicals è fortemente legato al fosforo elementare (P4) come materia prima strategica che ha quindi deciso d’acquisire RecoPhos project technology, avviato da Icl e da altri partner. Una volta completato il progetto RecoPhos (letteralmente “Recovery of phosphorus”), Italmatch chemicals aprirà una nuova strada per produrre fosforo elementare della qualità più pura, partendo da materie prime secondarie di scarto contribuendo a ridurre il consumo di fosforo naturale, dichiarato come materia prima critica e strategica dall'Ue a causa della sua limitata disponibilità nel lungo periodo. Il fosforo (P4) è una materia prima fondamentale per diversi campi di applicazione industriale, come i ritardanti di fiamma, gli additivi per il petrolio, i protettori delle colture, i prodotti farmaceutici, l'elettronica. La tecnologia del progetto mira ad utilizzare il fosforo (P) recuperato, contenuto nelle ceneri che derivano dai flussi di rifiuti, sostituendo la roccia fosfatica estratta, e rispettando così pienamente i principi dell'economia circolare.

"Per Italmatch chemicals – dichiara l’amministratore delegato di Italmatch chemicals group Sergio Iorio – l'innovazione e la sostenibilità rappresentano i fattori chiave per il successo a lungo termine dell'azienda. Le nostre radici, la nostra storia, la nostra cultura e le nostre linee guida ci spingono a continuare ad investire in ricerca e sviluppo, e in tecnologie innovative e dirompenti per la realizzazione di progetti che possano contribuire a diffondere e promuovere pratiche di business sostenibili e circolari. Infatti questa operazione, completamente basata sul concetto di circolarità delle risorse piuttosto che sullo sfruttamento di nuove, fa seguito alla recente acquisizione di Eco inhibitors che ha permesso a Italmatch di presentare al mercato una nuova classe di prodotti innovativi anti agglomeranti per la perforazione offshore ad alta compatibilità ambientale utilizzando come materia prima i rifiuti organici naturali e sostituendo prodotti alternativi derivati da petrolio: un altro esempio di economia circolare".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium