/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2020, 10:00

“Spegniamo la guerra, accendiamo la Pace": domani il presidio davanti alla Prefettura

La Camera del Lavoro di Genova, insieme all’Arci di Genova ha aderito alla campagna internazionale promossa anche nel nostro paese da una cinquantina di associazioni laiche e religiose

“Spegniamo la guerra, accendiamo la Pace": domani il presidio davanti alla Prefettura

Domani, sabato 25 gennaio alle ore 15 si terrà davanti alla Prefettura di Genova il presidio dal titolo “Spegniamo la guerra, accendiamo la Pace". La Camera del Lavoro di Genova, insieme all’Arci di Genova ha aderito alla campagna internazionale promossa anche nel nostro paese da una cinquantina di associazioni laiche e religiose.

"La guerra è un male assoluto e va ‘ripudiata’, come recita la nostra Costituzione all’Art. 11. Oggi più che mai è necessario gridare il nostro no alla guerra, alla sua preparazione. Guerre che, in ogni momento, possono fare da miccia ad un conflitto globale tanto più preoccupante per il potenziale degli armamenti nucleari oggi a disposizione dei potenti del mondo.

L’Unione Europea, nata per difendere la pace, deve assumere una forte iniziativa che – con azioni diplomatiche, economiche, commerciali e di sicurezza – miri ad interrompere la spirale di tensione e costruisca una soluzione politica, rispettosa dei diritti dei popoli, dell’insieme dei conflitti in corso in Medio Oriente e avviare una rapida implementazione del Piano Europeo per l’Africa accompagnandolo da un patto per una gestione condivisa dei flussi migratori".

Per questi motivi Cgil e Arci invitano la cittadinanza a partecipare al presidio di sabato 25 gennaio alle ore 15 davanti alla Prefettura di Genova. Alla giornata hanno aderito anche Anpi Genova, Comunità di San Benedetto al Porto, Libera, Auser, Udi. L'elenco delle associazioni è in continuo aggiornamento.

 


Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium