/ Sanità

Sanità | 22 febbraio 2020, 09:57

Sanità, Coronavirus: l'Unione Sindacale di Base chiede garanzie per i dipendenti ospedalieri

Luca Nanfria (USB Sanità): "Alcune considerazioni pervenuteci dai lavoratori/trici sull’organizzazione ospedaliera rispetto al Coronavirus e per le quali sarebbe corretto fornire risposte"

Sanità, Coronavirus: l'Unione Sindacale di Base chiede garanzie per i dipendenti ospedalieri

Mentre in tutta Italia, soprattutto nellla vicina Lombardia, si fanno i conti con i primi casi di Coronavirus, in Liguria l'Unione Sindacale di Base della Sanità si interroga sull'organizzazione della sanità ligure per fronteggiare l'emergenza. Di seguito la nota firmata da Luca Nanfria (USB Sanità):

"Queste sono alcune considerazioni pervenuteci dai lavoratori/trici sull’organizzazione ospedaliera rispetto al Coronavirus e per le quali sarebbe corretto fornire risposte:

-In ogni ospedale sono stati allestiti posti letto esterni e/o isolati dalle altre degenze per qualsiasi evenienza?

-Il rischio specifico è stato valutato?

-Sono stati organizzati corsi di formazione sulla sicurezza specifici?

-Sono stati stanziati fondi per eventuale personale specificatamente dedicato a questa emergenza o si pensa di sopperire tramite straordinario e gettoni utilizzando anche in questo caso i fondi dei lavoratori?

-In ogni ospedale è stato creato un progetto con fondi dedicati?

-È stata studiata una specie di zona filtro per accesso in Ps?

-Le ditte in appalto stanno valutando i rischi e dotando il personale di mascherine FP2/3?

-Sono adeguate le scorte di mascherine chirurgiche e FP2/3 in tutti gli ospedali?

-Le divise del personale delle ditte in appalto vengono lavate in azienda come da gara regionale o i lavoratori sono costretti a lavarle in casa rischiando ulteriormente la diffusione del virus?".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium