/ Politica

Politica | 02 luglio 2019, 16:20

Lunardon contro la chiusura dell'officina ferroviaria di Brignole

Il consigliere regionale del Partito Democratico: "Giunta Bucci e Trenitalia vogliono chiudere l'officina ferroviaria di Brignole dove lavorano 100 persone, quando prima l'amministrazione sosteneva che allungamento della metropolitana e manutenzioni potevano coesistere"

Lunardon contro la chiusura dell'officina ferroviaria di Brignole

"Il Partito Democratico è al fianco dei sindacati e dei lavoratori dell'officina ferroviaria di Brignole, che il 24 luglio prossimo proclameranno un nuovo sciopero per protestare contro la chiusura dell'impianto di manutenzione dei treni, dove lavorano, tra dipendenti diretti e appalti, circa 100 persone", scrive il capogruppo del Partito Democratico in Regione Giovanni Lunardon.

"È assurdo che Trenitalia, d'intesa con la Giunta Bucci, voglia chiudere questo sito per l'allungamento della metropolitana. L'amministrazione comunale precedente di centrosinistra aveva stipulato un protocollo d’intesa in cui si prevedeva la nuova fermata della metro, garantendo il mantenimento dell'officina ferroviaria. La nuova maggioranza però la pensa diversamente e adesso mette a repentaglio 100 posti di lavoro e un servizio fondamentale per la sicurezza ferroviaria come quello delle manutenzioni di Brignole. Trenitalia e la Giunta Bucci facciano un passo indietro. Auspichiamo che il Comune ponga come paletto nel bando della nuova progettazione dell’area il rispetto del protocollo d’intesa stipulato dalla precedente amministrazione, garantendo il mantenimento di tale presidio manutentivo".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium