/ Genova

Genova | 01 giugno 2020, 19:10

Coronavirus, Toti: "Trend dei contagi in calo, ma abbiamo un nuovo cluster. 29 infetti in una Rsa di Genova"

Il governatore ne ha dato comunicazione nel corso del consueto punto stampa serale: "Si tratta della struttura Santa Marta. 20 sono gli ospiti positivi mentre 9 i dipendenti. La situazione è sotto controllo"

Coronavirus, Toti: "Trend dei contagi in calo, ma abbiamo un nuovo cluster. 29 infetti in una Rsa di Genova"

"Il trend del calo di contagio è positivo, ma ci sono 56 nuovi casi. Di questi, 29 arrivano tutti da una sola Rsa dove è stato individuato un cluster in queste ore”. Lo ha annunciato il governatore ligure Giovanni Toti nella consueta conferenza stampa serale  sui dati dell’epidemia. Si tratta del Santa Marta, in provincia di Genova, dove “15 giorni fa una paziente è stata ricoverata al policlinico San Martino - ha spiegato Toti - per una doppia frattura di tibia e perone. La donna è risultata negativa a due tamponi e successivamente è stata riammessa in struttura. Il giorno successivo alle dimissioni ha manifestato i sintomi del covid ed è stata ricoverata nuovamente al San Martino. Nei giorni successivi- ha continuato il presidente della giunta regionale- si sono manifestati altri cinque casi in questa Rsa e quindi sono stati eseguiti i tamponi su tutti gli ospiti e sul personale e ad oggi risultano 29 nuovi casi”.

20 sono gli ospiti contagiati mentre nove appartengono al personale in servizio. “È un dato anomalo, ma non ci desta preoccupazione. Le Rsa della liguria sono sotto controllo e i cluster vengono individuati con rapidità. Certo è un cluster importante, ma è isolato perché queste persone non circolavano nella comunità. Prova ne è che tutti gli altri indicatori sull'andamento del virus sono più che buoni e per la prima volta da inizio emergenza non abbiamo segnalazioni di decessi dalle strutture sanitarie della Liguria. Oltre a questi, altri due dei nuovi contagi del giorno sono stati rilevati in un'altra Rsa. Gli altri dati sono in linea con la circolazione del virus rilevata dalle squadre Gsat e sono 52 in meno secondo il nostro calcolo che esclude guariti e morti. Tutte le province sono in calo; tornano a calare gli ospedalizzati dopo la piccola crescita di ieri. Solo 7 sono in terapia intensiva".

Il governatore quindi, nonostante questo nuovo focolaio, resta fiducioso. "numeri quindi dimostrano- ha aggiunto- siamo ormai capaci di gestire, intercettare ed evitare che il contagio si propaghi e che abbiamo imparato a gestire il contagio, circoscriverlo, curarlo. È per questo che andiamo avanti sulla nostra strada. Prudenti, ma convinti che il peggio non tornerà grazie al lavoro di tutti". Dello stesso avviso è anche l'assessore alla sanità Sonia Viale la quale ha dichiarato che "la Regione ha posto la massima attenzione su tutte le Rsa e in questo caso abbiamo agito tempestivamente. La situazione è sotto controllo: chi non è stato ricoverato è sotto osservazione. Ancora, però non è possibile fare le visite ai pazienti che sono ospitati nelle Rsa poiché dobbiamo proteggere i nostri anziani e i nostri cari". La vice presidente, del consiglio regionale infine, ha dato comunicazione che a breve verranno ripresi anche gli screening ed in particolare quelli "mammografici. Verranno ripresi - ha concluso - il prima possibile; il riavvio deve essere prudente, ma determinato". 

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium