/ Politica

Politica | 01 luglio 2020, 17:08

Pd Liguria: "Sulle grandi opere nessun passo indietro, noi volevamo aggiungere altre opere mancanti

"E' la maggioranza di centrodestra che non ha voluto votare un ordine del giorno sul trasporto pubblico”

Pd Liguria: "Sulle grandi opere nessun passo indietro, noi volevamo aggiungere altre opere mancanti

“L'analisi fatta dal consigliere Vaccarezza sull'ultima seduta del Consiglio regionale sembra tratta da “Ai confini della realtà”: a cominciare dal libro bianco della Camera di commercio a cui il Pd non ha mai pensato di togliere nulla, tantomeno la Gronda; anzi ciò che abbiamo tentato di fare è stato aggiungere una serie di opere mancanti che riguardano il territorio savonese come lo snodo Savona-Vado e il raddoppio ferroviario Savona-Torino solo per fare due esempi”: è quanto si legge in una nota del Pd ligure.

“Nessuno è scappato, piuttosto ci siamo sentiti in imbarazzo – prosegue la nota – per l'incapacità dimostrata ancora una volta dalla Giunta Toti: ieri in Consiglio regionale il druppo del Pd ha chiesto una cosa semplice alla maggioranza di centrodestra vista la situazione difficile sulle autostrade liguri, vale a dire potenziare il servizio ferroviario ed integrare il tpl gomma con il concorso di taxi e navette con conducente grazie alle risorse del governo”.

“Ma il centrodestra non ci ha neppure permesso di mettere in votazione il nostro ordine del giorno – conclude la nota – perché sapevano che bocciandolo avrebbero fatto una pessima figura e che approvandolo sarebbero stati costretti a mantenere le promesse; questo è ciò che è successo ieri in aula, con buona pace dei racconti fantasiosi di Vaccarezza.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium