/ Attualità

Attualità | 08 novembre 2020, 19:43

L’Associazione Mazzini Alumni riunisce studenti ed ex studenti e lancia i suoi progetti

Partecipato e ricco incontro sulla piattaforma online Zoom. La presidente Daniela Minetti: “Partirà un ciclo di lezioni di giornalismo e organizzeremo una sottoscrizione per l’acquisto di tablet e di computer”

L’Associazione Mazzini Alumni riunisce studenti ed ex studenti e lancia i suoi progetti

Doveva essere una bellissima e partecipatissima festa ‘in presenza’. Così la si era sognata e attesa per mesi. Poi, a seguito delle ben note restrizioni anti contagio da Covid-19, il ‘raduno’ degli alunni ed ex alunni del Liceo Ginnasio Giuseppe Mazzini di Sampierdarena si è svolto su una piattaforma online, ma è stato comunque assai sentito e apprezzato. 

In più, ha permesso all’Associazione Mazzini Alumni, che lo ha organizzato e che è nata per fare da punto di contatto e d’incontro tra gli studenti di ieri e di oggi, di mostrare i risultati del proprio lungo e appassionato lavoro e di presentare i progetti futuri. 

È così che è trascorso il ‘Mazzini Alumni Day, tra uno scambio di chiacchiere, alcune testimonianze molto interessanti di ‘mazziniani’ diventati famosi e stimati in vari ambiti professionali, gli applausi alle ragazze e i ragazzi che si sono laureati di recente, dopo aver studiato alle superiori tra la sede di Sampierdarena e la succursale di Pegli, l’ampia panoramica sulle prospettive di medio e lungo termine di questo splendido gruppo che è arrivato a contare oltre centotrenta soci.  

Daniela Minetti, che è la presidente dell’Associazione Mazzini Alumni, racconta: “Il ‘Mazzini Alumni Day’ era già stato fissato per lo scorso 28 marzo, ma lo avevamo annullato causa pandemia. Il 7 novembre, avremmo voluto vederci di persona nella sede di Sampierdarena, ma anche in questo caso non è stato possibile. Però non volevamo lasciar passare nuovamente la data stabilita, così ci siamo dati appuntamento su Zoom. È stata una bella occasione per rivederci e per confrontarci. Abbiamo potuto presentare, in particolare, alcune novità dedicate ai neolaureati, con uno spazio dedicato alla presentazione delle tesi di laurea, il sostegno all’orientamento in entrata e in uscita, rassegne letterarie per giovani autori”. 

Uno dei progetti ha come argomento il giornalismo e sarà coordinato da Cipriana Dall’Orto, che insegna allo IULM e che in carriera ha guidato importanti riviste, tra cui ‘Donna Moderna’. “Siamo partiti - prosegue Daniela Minetti - con l’idea d’intervistare gli studenti. Poi abbiamo pensato che sarebbe stato molto bello se si fossero intervistati tra di loro. Però dovevamo fornir loro le basi e Cipriana si è resa ampiamente disponibile. Le sue lezioni di giornalismo partiranno a breve, nell’ambito dello strumento dell’alternanza scuola-lavoro, anche per valorizzare l’aspetto intergenerazionale della nostra associazione. È così che i ragazzi intervisteranno alcuni ex ‘mazziniani’ più senior, che potranno raccontarci aspetti personali e professionali degli ambiti in cui si sono affermati”. 

In piattaforma, ieri, si sono già potute ascoltare diverse e assai preziose testimonianze. Hanno parlato, ad esempio, l’epidemiologo Stefano Bonassi (il tema era il Covid-19), la manager di aziende innovative Roberta Colombari, il manager del lavoro Stefano Rossetto, la vicepresidente nazionale di Confcooperative Anna Manca, mentre Armando Boccardo, Daniele Pergolesi, Valentina Minetti e Tiziana Armaroli hanno narrato le loro esperienze di vita e lavoro in paesi esteri. 

A inframezzare i vari interventi, alcuni pezzi suonati da Camillo Gemelli, ex studente del ‘Mazzini’ e attuale studente di chitarra jazz presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova. Marco Rivolta ha letto alcune belle poesie scritte dagli studenti, tra cui quella di Luca Verardo dedicata al Ponte Morandi, quindi sono stati salutati i laureati presenti: Arianna Aimar, Stefano Parodi, Ilaria Risso, Carlotta Ghiglione, Alice Rocca, Riccardo Canneva, Erika Calabria, Francesca Panella, Marina Di Rosa, Anna Trucco, Martina Maggi. 

Le rappresentanti d’istituto - Cecilia Clavarino, Martina Russo, Lara Simcich e Annarita Zoboli - hanno espresso il loro pensiero sulla didattica a distanza, quindi l’Associazione Mazzini Alumni ha illustrato la propria iniziativa di solidarietà. 

“Si tratta - dice Daniela Minetti - del progetto ‘Solidarietà Digitale’, pensato a sostegno degli studenti. Lo scopo è quello di raccogliere fondi per l’acquisto di notebook o tablet per contribuire a garantire il diritto allo studio a tutti e un apprendimento efficace e inclusivo, fornendo gli strumenti indispensabili per le lezioni a distanza a chi si trova in difficoltà a causa delle limitate dotazioni tecnologiche disponibili”. 

È possibile sostenere la raccolta attraverso un bonifico bancario sul conto dell’Associazione Mazzini Alumni, all’Iban IT 47 J 03104 32010 000000821237, con la causale ‘Solidarietà Digitale’. Il primo pc per la campagna sarà donato dall'azienda Formentini Informatica.

Altri progetti sono poi delle sessioni dedicate ai neolaureati, una rassegna letteraria e i laboratori ‘La notte dei classici’: “C’è tantissima carne al fuoco - conclude Daniela Minetti - e tantissima voglia di andare avanti. Prima o poi finirà anche questa emergenza sanitaria, e riusciremo finalmente a vederci di persona”. 

Sarebbe il traguardo più bello e meritato. Anzi, non sarebbe. Sarà.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium