/ Attualità

Attualità | 22 febbraio 2021, 13:53

Vaccinazioni a ponente, si lavora per attivare un punto al Palamare di Pra'

Sono operativi gli ospedali San Carlo Evangelico di Voltri e Colletta di Arenzano ma non basta, il Municipio VII Ponente impegnato alla ricerca di personale; il presidente Claudio Chiarotti incontra le pubbliche assistenze, previste quattro postazioni sulla Fascia di Rispetto

Vaccinazioni a ponente, si lavora per attivare un punto al Palamare di Pra'

Ma dove vengono somministrati i vaccini anti-Covid nel territorio del Municipio VII Ponente? Da pochi giorni è attivo un punto presso l’ospedale San Carlo Evangelico di Voltri, mentre un altro punto, che serve la zona a ovest di Genova, si trova presso l’ospedale Colletta di Arenzano. Solo che non basta a coprire questa vastissima porzione di città e soprattutto si vuole evitare che le persone ultra ottantenni, ovvero quelle a cui ora sono destinate le fiale in base alla programmazione della campagna vaccinale a livello nazionale, compiano ingressi in ambienti ospedalieri, dove è più facile il rischio di contrarre delle infezioni.

Servono quindi punti più ‘neutri’, e anche con un miglior accesso sia in fatto di parcheggi che di mezzi pubblici. Il Municipio VII Ponente, con il presidente Claudio Chiarotti impegnato in prima persona, sta lavorando in questi giorni proprio in questa direzione. Insieme a lui, c’è il direttore del Distretto 8 Ponente di Asl 3, Filippo Parodi.

“San Carlo e Colletta sono già operativi - afferma Chiarotti - anche se per il momento non stanno facendo grandi numeri. Per quanto riguarda tutto il resto, con il direttore Parodi abbiamo iniziato a parlarne già prima di Natale. Inizialmente, si era pensato di collocare un punto per le vaccinazioni all’interno del Teatro del Ponente, in piazza Odicini a Voltri. Ma poi ho consigliato personalmente di optare sul Palamare di Pra’, perché è più facilmente raggiungibile e si presta meglio sia dal punto di vista degli spazi che da quello logistico”.

Secondo Chiarotti, “la prima settimana di vaccinazioni sul territorio ha messo in evidenza molteplici criticità. I cittadini hanno trovato difficoltà nel prenotare e, una volta riusciti a farlo, i siti indicati nella prenotazione erano, il più delle volte, lontani nel tempo e dall’indirizzo di residenza: condizioni, a mio avviso, inaccettabili, tenuto conto del fatto che l’utenza interessata in questa fase è ultra ottantenne. In queste ore Regione Liguria, attraverso le Asl, sta cercando di migliorare la situazione anche se, ritengo, sarebbe stato opportuno arrivare più preparati a questo fondamentale passaggio nella battaglia contro il Covid-19”.

Il presidente del VII Ponente osserva: “Per le caratteristiche del Distretto, è emerso fin da subito che il Municipio avesse necessità di un sito che potesse dare risposte logistiche e funzionali adeguate e complementari ai servizi che nel frattempo si sarebbero attivati nei comuni limitrofi facenti parte del distretto stesso. Da qui la mia proposta, accolta da Asl, di individuare il Palamare, sito sulla Fascia di Rispetto, quale struttura più idonea ad accogliere il servizio di vaccinazione. La motivazione che mi ha spinto a formulare tale scelta è in primo luogo la sua ampiezza, ma soprattutto l’adiacenza alla stazione ferroviaria e alla fermata Amt e in particolare modo la possibilità di dedicare un ampio parcheggio agli utenti”.

Il servizio, al momento, non è ancora attivo, ma si sta lavorando affinché lo diventi il prima possibile. “Manca il personale infermieristico e medico - afferma Chiarotti - anche perché servono forze aggiuntive, in quanto non è giusto che vengano dirottate da altri ambulatori, impoverendo gli altri servizi. In questi giorni mi metterò in contatto con il personale delle Pubbliche Assistenze dislocate sul nostro territorio, per sondare la loro disponibilità. Serve uno sforzo collettivo da parte di tutti. Quanto al Palamare, sono in corso le operazioni per il suo allestimento”.

È prevista la creazione di una zona di triage, poi la realizzazione di quattro punti di vaccinazione e, quindi, l’adeguamento di uno spazio per tutte le persone che, appena ricevuto il vaccino, devono fermarsi nell’attesa che non si manifestino eventuali e immediati effetti collaterali.

Nel programma del Municipio VII Ponente e dell’Asl 3 l’intenzione è quella di effettuare al Palamare almeno duecento vaccinazioni al giorno. “Ma va assolutamente risolta la partita del personale”, avverte Chiarotti. “Auspico che Regione Liguria, Alisa e Asl 3 Genovese riescano ad allestire tali spazi in tempi rapidi, prevedendo risorse umane sufficienti per lo svolgimento del servizio, senza inficiare le attività ad oggi attive sul territorio del Distretto. Ringrazio, nel contempo, l’Associazione Amici del Tempo Libero e il suo presidente Fortunato Bellamacina che da sempre gestiscono il Palamare Pra’ per la disponibilità e la collaborazione. E ringrazio, inoltre, la compagnia del Teatro Della Tosse, che si è comunque messa a disposizione con il Teatro del Ponente”.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium