/ Attualità

Attualità | 29 marzo 2021, 18:41

Bassa Valbisagno, a Marassi i giardini di viale Bracelli intitolati a Edoardo Sanguineti

La proposta di Laura Miserocchi del Circolo Culturale Terralba. L’intitolazione mercoledì 31 marzo alle 12.30. Sarà presente anche la figlia del poeta, invitata dal presidente Massimo Ferrante

Bassa Valbisagno, a Marassi i giardini di viale Bracelli intitolati a Edoardo Sanguineti

A ‘Edoardo Sanguineti, poeta e uomo di cultura’, sarà questo il nuovo nome dei giardini di viale Bracelli, realizzati dal Municipio Bassa Val Bisagno nel 2014.

L’intitolazione dei giardini all’intellettuale genovese avverrà mercoledì 31 marzo alle ore 12.30 nel quartiere di Marassi. Alla cerimonia, che per le misure anti contagio non sarà aperta al pubblico (ma si potrà seguire in diretta sulla pagina Facebook del Municipio della Bassa Valbisagno), saranno però presenti l’assessore alla Cultura del Comune di Genova, Barbara Grosso, il presidente del Municipio, Massimo Ferrante, la figlia di Edoardo Sanguineti, Giulia Sanguineti, e la presidente del Circolo Culturale Terralba, Laura Miserocchi, che ha proposto l’intitolazione: “L’idea è nata questa estate, dopo aver letto del parere sfavorevole del Municipio Centro Est di intitolare un luogo in centro storico a Edoardo Sanguineti, così come Circolo Culturale Terralba, abbiamo pensato di proporre noi l’intitolazione di uno spazio del nostro territorio al poeta genovese”.

La proposta è stata fatta al presidente del Municipio Ferrante, che si è detto subito favorevole e ha indicato, condividendo il parere con il circolo culturale di Terralba, i giardini di viale Bracelli come possibile luogo per l’intitolazione: “Era un luogo senza un nome, uno spazio giochi realizzato ex novo dal Municipio nel 2014, ricavato da un ex discarica. Un posto ideale all’intitolazione anche per la sua posizione, perché si trova tra la scuola Fanciulli-Cambiaso e la Biblioteca Podestà di Marassi”, racconta l’iter di una scelta il presidente.

Dopo il parere favorevole del Municipio, la proposta è approdata all’ufficio toponomastica, con l’aggiunta della dicitura di ‘Poeta e uomo di cultura’, voluta dal presidente e accettata dagli uffici, fino al passaggio in Consiglio Comunale che ha avallato la scelta.

Mercoledì l’inaugurazione a porte chiuse, ma dal Circolo Culturale Terralba si guarda già al futuro: “Quando saremo fuori dal Covid sarà nostro piacere fare un evento culturale nella biblioteca Podestà con letture di poesie di Sanguineti, per ricordarlo e farlo conoscere meglio, magari coinvolgendo il Teatro Garage o altri attori genovesi”, per completare l’iter di un intitolazione che va oltre una targa.

Rosangela Urso

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium