/ Eventi

Eventi | 23 giugno 2021, 18:17

Magica estate a Villa Bombrini grazie alla Pro loco di Cornigliano: la festa è qui con musica, spettacoli dal vivo e non solo

Come da tradizione arriva una serie di manifestazioni all’insegna dell’allegria per dimostrare che la delegazione è vivace e partecipe, il presidente della Pro loco Mango: “Stringiamo i denti e riqualifichiamo via Cornigliano, la zona lo merita e la Pro loco ha portato il turismo nel quartiere grazie alle sue iniziative”

Magica estate a Villa Bombrini grazie alla Pro loco di Cornigliano: la festa è qui con musica, spettacoli dal vivo e non solo

Villa Bombrini e Cornigliano saranno teatro dal 25 giugno all’8 agosto della Festa popolare organizzata dall’attivissima Pro loco Cornigliano ligure: ambizioso e stimolante il cartellone degli eventi, aperti a tutti e che avranno luogo, assicurano i responsabili dell’iniziativa, nel totale e rigoroso rispetto delle norme anti pandemia. Spettacoli dal vivo, momenti d’incontro ed altro caratterizzeranno i quattro giorni di festa, molte le serate di spettacolo per la gioia di chi sarà presente; e a partire dalle 19 per i più golosi ci saranno attraenti stand gastronomici con pizza ed altre offerte di street food, e nessuna preoccupazione per il posteggio: gli organizzatori hanno infatti previsto ampi spazi proprio per questo, che sarà pure gratuito.

Il tutto va ascritto all’organizzazione che è stata posta in essere da Pro loco Cornigliano e Consorzio Cornigliano 2020 col patrocinio del Municipio Medio Ponente, della Società per Cornigliano, dell’Unione nazione Pro loco d’Italia e del Consorzio Pro loco di Genova. A tracciare la storia della Pro Loco è il suo presidente Pino Mango che ricorda come la stessa sia nata nel 2010. “Contemporaneamente - spiega - al processo di riqualificazione urbanistica di un quartiere appena uscito da oltre mezzo secolo di una difficile, se non impossibile, convivenza con fabbriche altamente inquinanti”.

“Se il quartiere è sopravvissuto a tale scempio ambientale e sociale, lo si è dovuto soprattutto alle associazioni che hanno rappresentato rifugi sicuri” indica Mango che le definisce “vere e proprie isole felici in un mare di indicibile condizione di degrado”; su questa linea s’è innescata la Pro loco dalla sua nascita. “Statutariamente - afferma il Mango - si prefigge la rivalorizzazione turistica, sociale, culturale del proprio territorio proponendosi come soggetto catalizzatore di tutte quelle forze sane che, fino a quella data e ognuna per loro conto, hanno tenuto in vita questo sfortunato quartiere. Lo dimostra la recente costituzione di un consorzio di dieci associazioni corniglianesi”.

Tanti i meriti della Pro loco, assicura Mango: “Molte sono le cose fatte dalla Pro loco Cornigliano ad oggi e molti i progetti futuri, tutto in una visione ampia del territorio e mai finalizzato a soddisfare singoli appetiti. Gli eventi a Villa Bombrini hanno portato a Cornigliano decine di migliaia di persone sancendo di fatto la rinascita del quartiere; la lenta riqualificazione urbanistica, da sola, non può essere sufficiente a rendere attraente un territorio se non accompagnata da un processo culturale che porti soprattutto la varietà multietnica residente a conoscere, amare e rispettare il quartiere, la sua storia, le sue ville, le sue vicissitudini e non solo”.

Non facile impegno quello che rende l’istituzione importante: “La pandemia e la presenza di un invadente cantiere sulla nostra via principale - informa Mango - ci stanno in questi mesi rendendo la vita difficile anche per lo svolgimento del quotidiano, come il recarsi al lavoro; ad un discutibile approccio ai lavori dell’impresa esecutrice si aggiunge una difficile gestione del traffico da parte di chi ne è preposto mentre inspiegabilmente strade alternative come la tangenziale Guido Rossa sono libere”.

Ostacoli non da poco, ma che non fermeranno il grande lavoro di recupero sociale e urbanistico della prima delegazione che si incontra a ponente del centro città e di Sampierdarena: “Qualcuno ha paragonato questo brutto periodo ai tempi supplementari di un degrado pregresso, - osserva Mango che è anche appassionato di calcio ed allenatore per passione - ma noi vogliamo crederci alla riqualificazione perciò stringiamo ancora una volta i denti in attesa di poterci gustare un gelato passeggiando in una via Cornigliano finalmente riqualificata”.

Intanto una ripartenza dopo virus e contro il degrado è lo spirito che anima gli eventi di Villa Bombrini: “Tutti gratuiti” sottolinea Mango invitando ad usare “prudenza e giudizio in questa ripartenza”. E certamente alle serate parteciperanno in molti poiché il cartellone è ricco ed attraente. Spicca la presenza dei Trilli ma anche una serata latina, una simpatica parodia di Giulietta e Romeo, il Festival delle band genovesi, una serata in omaggio dell’inimitabile Lucio Battisti, una serata dedicata alla danza nonché un’imperdibile rassegna del teatro dialettale in Liguria e, in conclusione degli eventi, grandi serate di swing e jazz.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium