/ Cronaca

Cronaca | 02 agosto 2021, 13:00

Molestie a clienti di un bar in via Luigi Cadorna a Genova e tentativo di furto alle forze dell'ordine. Arrestato un 41enne

Nonostante gli agenti abbiano tentato di instaurare un rapporto verbale con l’uomo per riportarlo alla calma e per assicurarlo alle cure dei sanitari il 41enne si è mostrato aggressivo e minaccioso anche nei loro confronti e ha tentato di estrarre la pistola d’ordinanza dalla fondina di uno dei poliziotti perché, a suo dire, avrebbe dovuto sparare ai presenti

Molestie a clienti di un bar in via Luigi Cadorna a Genova e tentativo di furto alle forze dell'ordine. Arrestato un 41enne

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un cittadino rumeno di 41 anni, per i reati di tentata rapina aggravata, resistenza e lesioni a P.U. e minacce a P.U. Inoltre è stato deferito in stato di libertà per il reato di oltraggio a P.U. e ricettazione.

Gli operatori intervenuti hanno visto un uomo con il volto sporco di sangue intento ad urlare nei confronti dei gestori di un bar che tentavano di allontanarlo.
Ai poliziotti è stato riferito che si è presentato nel locale con una bottiglia di vino in mano e ha iniziato ad arrecare disturbo agli avventori, molestandoli. Molti dei presenti non lo hanno considerato, mentre alcuni ragazzi hanno reagito alle provocazioni e lo hanno colpito al volto per poi allontanarsi immediatamente.

Nonostante gli agenti abbiano tentato di instaurare un rapporto verbale con l’uomo per riportarlo alla calma e per assicurarlo alle cure dei sanitari il 41enne si è mostrato aggressivo e minaccioso anche nei loro confronti e ha tentato di estrarre la pistola d’ordinanza dalla fondina di uno dei poliziotti perché, a suo dire, avrebbe dovuto sparare ai presenti. Non essendo riuscito nell’intento ha colpito con un pugno al volto un altro poliziotto presente (3gg. di prognosi per trauma facciale periorbitale).

Finalmente accompagnato in Questura ha continuato ad inveire contro tutto e tutti ed è stato anche trovato in possesso di documenti d’identità non suoi che erano stati denunciati lo scorso luglio dal legittimo intestatario.

Il Magistrato ha disposto che il 41enne fosse associato al carcere di Marassi.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium