/ Politica

Politica | 17 settembre 2021, 15:51

Genova, la nomina a dirigente di Giampiero Biamino diventa un caso politico, il PD prepara un'interrogazione in consiglio

Ad annunciarla il capogruppo Alessandro Terrile dopo l'articolo uscito ieri su La Voce di Genova

Genova, la nomina a dirigente di Giampiero Biamino diventa un caso politico, il PD prepara un'interrogazione in consiglio

È subito diventato un caso politico la nomina a dirigente comunale di Giampiero Biamino, il manager vicino a "Vince Genova", il gruppo consiliare di maggioranza a Tursi, che, come scritto ieri da La Voce di Genova, è stato nominato dal sindaco Marco Bucci dirigente dell'unità 'Gestione progetti trasversali di digitalizzazione e di innovazione'.

Il capogruppo in consiglio comunale del Partito Democratico Alessandro Terrile ha annunciato un'interrogazione durante la prossima seduta, martedì 21 settembre: "Se lo scopo della sezione GenovaLavora è quello di aumentare i posti di lavoro in città, - scrive Terrile su facebook - un risultato Biamino l'ha ottenuto: ha creato un nuovo posto di lavoro, il suo. E ben retribuito. Il nuovo dirigente assunto per tre anni godrà della retribuzione fissa prevista per i dirigenti degli enti locali, oltra alla retribuzione variabile legata alla valutazione della performance, oltre ad un’indennità ad personam di 12.000 Euro in base alle specifiche competenze desumibili dal suo curriculum vitae. Complessivamente siamo intorno circa ai 100.000 Euro/anno".

"L’assunzione - prosegue Terrile - è avvenuta in seguito alla pubblicazione di un avviso del Comune per soli dieci giorni dal 20 al 30 agosto. E dopo che il direttore generale del Comune ha riscontrato che la ricerca di personale interno ha dato esito negativo. Evidentemente nessuno dei 5.000 dipendenti del Comune era in grado di ricoprire il ruolo di responsabile della 'Gestione progetti trasversali di digitalizzazione e di innovazione'. Non è dato sapere quanti hanno partecipato alla selezione né se tra le esperienze pregresse valutate positivamente c’è anche la militanza nella lista civica del sindaco, lo chiederò con un’interrogazione al prossimo Consiglio Comunale. D’altra parte lo slogan di VinceGenova è #noisiamogenova. Evidentemente vale anche per i concorsi".

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium