/ Cronaca

Cronaca | 25 ottobre 2021, 17:48

"No green pass", l'autorità portuale non risponde alla richiesta di incontro di Usb, Rimassa: "Sciopero confermato"

Nel pomeriggio i rappresentanti dell'Usb, il sindacato che ha indetto lo sciopero, hanno incontrato il prefetto Renato Franceschelli, il quale ha preannunciato la convocazione di un tavolo con le imprese del porto

"No green pass", l'autorità portuale non risponde alla richiesta di incontro di Usb, Rimassa: "Sciopero confermato"

E' saltata al momento la mediazione tra l'autorità portuale e i lavoratori del porto in sciopero che questa mattina hanno bloccato il varco di San Benigno e rallentato quello di via Albertazzi. Nel pomeriggio i rappresentanti dell'Usb, il sindacato che ha indetto lo sciopero, hanno incontrato il prefetto Renato Franceschelli, il quale ha preannunciato la convocazione di un tavolo con le imprese del porto.

La richiesta dei lavoratori e del sindacato è quella di più hub per i tamponi all'interno del porto, più convenzioni con le farmacie, e soprattutto tamponi gratuiti per tutti i lavoratori, vaccinati e no, con il conseguente ritiro del green pass. L'usb, durante l'incontro con il prefetto ha chiesto l'interlocuzione con l'autorità portuale.

"Ci è stato risposto che prima avrebbero fatto un confronto interno, noi abbiamo aspettato con pazienza, ma l'autorità portuale non si è fatta ancora sentire", ha dichiarato a La Voce di Genova Maurizio Rimassa, coordinatore regionale Usb.

Il presidio al varco rimane, così come è confermato anche per la giornata di domani lo sciopero. "Sto raggiungendo gli altri al varco per concordare le prossime iniziative", ha concluso Rimassa.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium