/ Eventi

Eventi | 03 dicembre 2021, 15:50

Le vie dei canti Festival: domenica 5 dicembre Paolo Crepet a Palazzo Ducale parla di Desiderio e passione

Le vie dei canti Festival: domenica 5 dicembre Paolo Crepet a Palazzo Ducale parla di Desiderio e passione

Le Vie dei Canti, il Festival itinerante di musica e cultura di tradizione orale ideato da Alessandro Guerrini e Laura Parodi, dell’Associazione Gruppo Spontaneo Trallalero, domenica 5 dicembre alle ore 15.30, approda nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale con l’ottavo e penultimo appuntamento della rassegna di quest’anno. Sarà un pomeriggio intenso con due eventi in cui si parlerà di Desiderio e Passione con lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet che propone: "Il desiderio e le passioni muovono il mondo, in un momento di grande cambiamento, come l'attuale, dovremmo inserirle come materie scolastiche".
Alle 17 gli artisti del Hiperyon Ensemble con Nicolas Maceratesi: bandoneon; Roberto Piga: violino; Davide D’Ambrosio: chitarra; Bruno Fiorentini: flauto; Guido Bottaro: piano; Danilo Grandi: basso; Martin Troncozo: canto.

Guido Bottaro e Danilo Grandi suoneranno e accompagneranno i due ballerini Manuela Guevara e Stefano Giudice in un Tango, emblema di un’antica passione che si insinua tra corpo e anima trasportando l’emozione nel movimento e nella destrezza dei passi.

«Desiderio e Passione sono le due parole che accompagnano quest’anno il nostro viaggiare tra musica, tradizioni, arte e paesaggi da scoprire. Coltivare un desiderio e raggiungerlo è felicità che diventa passione; quella passione che unisce le persone, quella che diventa urgenza di vivere e fare ciò che hai desiderato come fare musica, danzare, cantare e creare connessioni per condividere ciò che hai trovato nella strada per raggiungerli. La gran parte di ciò che è considerato tradizionale è sinonimo di un Desiderio diventato Passione e quindi tradizione che si tramanda nel tempo sempre rinnovandosi: un passato che si dirige verso il futuro. Il nostro Festival itinerante diventa un racconto fatto di appuntamenti imprescindibili di cui Genova con il suo centro storico e i palazzi dei Rolli e il Porto Antico sono il cuore pulsante da cui si diramano le vie per raggiungere quelle periferie altrettanto cariche di storia e storie, paesaggi e percorsi da conoscere, scoprire che saranno gli altri palcoscenici ideali», dice la direttrice artistica Laura Parodi.

 Come ogni anno la creazione artistica dell’immagine del Festival è affidata a un noto artista genovese, ad accogliere con entusiasmo l’invito Enzo Marciante che nell’anno dantesco ha concesso una delle immagini tratte dal suo libro Dante all’Inferno a fumetti.

Sosteniamo come ogni anno un’associazione impegnata nel sociale: quest’anno è l’U.D.I. Unione Donne in  Italia che ha realizzato, con il patrocinio oneroso della Presidenza della Regione Liguria, un opuscolo sulla storia di impegno civico e politico portato avanti da UDI durante 75 anni di lotte per i diritti e la partecipazione delle donne alla vita pubblica del paese.

Prossimo e ultimo appuntamento di questa edizione, domenica 12 dicembre al CAP&S, come da tradizione, appuntamento dedicato all’esibizione delle Squadre di canto di Trallalero: l’espressione pura della passione per il canto. Questo evento sarà arricchito dalla presentazione dei laureati che per le loro tesi si sono ispirati ad argomenti trattati nel nostro Festival.

La partecipazione è gratuita per tutti gli eventi ma con prenotazione al numero 3703110014 – 3937769401 o via mail a gstrallalero@gmail.com. È richiesto green pass  o certificazione di tampone negativo nelle 48 ore.                                                                                                                                                                                                                                                                                       L’evento si potrà seguire in diretta, anche sulla pagina Facebook Le Vie dei Canti Festival.

Il Festival è stato realizzato con la collaborazione del Ministero della Cultura, Comune di Genova, Regione Liguria, Curia Arcivescovile di Genova, Fondazione Palazzo Ducale, Porto Antico S.p.a. Palazzo della Meridiana, Regione Sardegna e Ass. Cult dei Sardi in Genova Sarda Tellus, Vicariato delle Confraternite Alta e Media Valbisagno, Parrocchia di San Pietro Apostolo e Confraternita San Terenziano, Chiesa di San Giacomo Maggiore di Molassana, CAPS Circolo Autorità Portuale del Porto di Genova, Municipi Medio Alta Valpolcevera e Media Valbisagno.

C.S.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium