/ Attualità

Attualità | 19 aprile 2024, 18:12

Urbanistica, visita congiunta degli assessori Scajola e Mascia all'Istituto Italiano di Tecnologia

Oggetto della visita la riqualificazione dell’area verde a ridosso dell’IIT. Un progetto di rigenerazione urbana nato con l’intento di trasformare l’area boschiva in prossimità della sede a Morego

Urbanistica, visita congiunta degli assessori Scajola e Mascia all'Istituto Italiano di Tecnologia

Si è svolto oggi un sopralluogo congiunto degli assessori all’Urbanistica di Regione Liguria e Comune di Genova Marco Scajola e Mario Mascia all’Istituto Italiano di Tecnologia in via Morego 30 a Genova.

Oggetto della visita la riqualificazione dell’area verde a ridosso dell’IIT. Un progetto di rigenerazione urbana nato con l’intento di trasformare l’area boschiva in prossimità della sede a Morego, attualmente in stato di abbandono, in uno spazio verde fruibile per gli utenti dell’istituto e per la comunità locale.

“L’Istituto Italiano di Tecnologia è un'eccellenza genovese e ligure – esordisce l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola -. Il progetto di creazione del parco in via Morego è tanto ambizioso, quanto in linea con le politiche di rigenerazione urbana attuate in questi anni da Regione Liguria. Realizzarlo rappresenterebbe infatti un importante passo avanti nella rivitalizzazione dell’intera vallata e della sua comunità".

“Uno degli obiettivi primari della nostra azione amministrativa è rendere sempre più accessibile e quotidianamente fruibile, anche nel connubio con le tecnologie digitali, il verde che copre più del 70% del territorio genovese, rendendolo di fatto un "Parco di parchi" - spiega l'assessore all'Urbanistica del Comune di Genova Mario Mascia- . In questa direttrice green - smart l'Istituto Italiano di Tecnologia rappresenta la storia, il presente e il futuro paradigmatico, perché qui gli edifici e tutte le aree che gravitano all'intorno sono stati fin dall'inizio concepiti come ambiti di connessione non solo per le comunità di studenti, ricercatori e lavoratori ma anche per tutti i cittadini genovesi.

Questo progetto di rigenerazione urbana, che trasformerà l’area boschiva della sede a Morego dell’IIT in uno spazio fruibile per gli utenti dell’istituto e per la comunità locale, ci farà fare un ulteriore passo in avanti nel raggiungimento di uno dei nostri principali obiettivi: migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini, creare 'parchi' nuovi di verde in cui sia piacevole e salutare studiare, lavorare, passare il proprio tempo libero, e crescere in continuo dialogo e collaborazione con la comunità. Quindi non possiamo che supportare questo ambizioso progetto di riqualificazione, che creerà un valore aggiunto all’IIT che è già un’eccellenza indiscussa”.

Il progetto, denominato “Parco dei ricercatori”, prevede la realizzazione di un sistema di percorsi e di aree decretate alla sosta per utenti di IIT che possano offrire una condizione di svago e di “fuga” rispetto alla chiusura dell’intero complesso. In particolare l'obiettivo è quello di: ripristinare i camminamenti esterni adiacenti al muraglione,  realizzare una scalinata di 150 gradini che porti i visitatori a un bel vedere con vista sulla vallata verso sud e un anfiteatro utilizzabile per concerti, conferenze e presentazioni all’aperto. Saranno inoltre presenti un’area di sosta attrezzata con tavoli e panchine e un’area dedicata al fitness. Secondo il progetto l’accesso al parco sarà garantito da due sentieri che partiranno rispettivamente da salita di Serro a Morego e da via Morego in prossimità dell’edificio principale. Particolare attenzione sarà riservata all’illuminazione notturna, proprio per garantire la sicurezza dei visitatori e creare un’atmosfera suggestiva e accogliente, visibile anche da più lontano.

Il progetto si propone inoltre di creare un legame forte tra la sede dell’IIT e il parco circostante, favorendo la condivisione di conoscenze e competenze tra la comunità scientifica e quella locale. Gli spazi progettati e in particolare l’anfiteatro potranno essere utilizzati per l’organizzazione di eventi e attività educative volte a promuovere la cultura scientifica e tecnologica e a sensibilizzare il pubblico sull’importanza della tutela dell’ambiente.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium