/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | martedì 04 dicembre 2018, 11:48

Cessioni immobili nella Zona Rossa: le indicazioni tecniche per i cittadini coinvolti

56 i notai genovesi che si sono messi a disposizione della struttura commissariale per la ricostruzione al fine di poter arrivare a firmare tutti gli atti di cessione entro il termine del 20 dicembre

Cessioni immobili nella Zona Rossa: le indicazioni tecniche per i cittadini coinvolti

Inizieranno ad essere contattati da un notaio già nella giornata di oggi, 4 dicembre, i proprietari, gli inquilini e gli usufruttuari coinvolti nelle procedure di cessione degli immobili per consentire la prosecuzione dei lavori di demolizione e ricostruzione del ponte sul Polcevera.

E’ una delle indicazioni che sono state fornite ieri sera dai rappresentati della Struttura Commissariale ai cittadini presenti all’incontro pubblico che si è tenuto al Teatro della Gioventù.

Sono 56 in tutta Genova i notai che, grazie a un accordo con il loro Ordine, si sono messi a disposizione della struttura commissariale per la ricostruzione: con questo dispiegamento di forze si conta di poter arrivare a firmare tutti gli atti di cessione entro il termine del 20 dicembre, limite previsto dalla Legge Genova.

Gli incontri dal notaio, al di là di casi particolari, saranno due: un primo incontro presso lo studio in cui i cittadini saranno chiamati a presentarsi con i documenti. Un secondo incontro, in seguito, per la stipula della cessione, al quale dovranno essere presenti tutti i proprietari, eredi, usufruttuari dell’immobile.

I pagamenti, secondo quanto specificato dalla legge, avverranno entro 30 giorni dalla stipula della cessione. Fondi che, se non erogati da Autostrade, saranno elargiti dallo stato.

I cittadini non dovranno pagare l’atto, né corrispondere la parcella al notaio, cosa che spetterà alla Struttura Commissariale.

Gli uffici del commissario hanno intanto lavorato per ricostruire la situazione catastale che per diversi immobili non era chiara. Tutti i conteggi e l’archivio informatico - che è stato creato appositamente -  saranno forniti ai notai, che, in questo modo, saranno in grado di comunicare da subito ai loro assistiti l’entità del contratto. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore