/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 06 dicembre 2018, 16:30

Don Paolo contro il Decreto Salvini: "Niente messa a San Torpete, sono obiettore di coscienza"

Lo ha deciso Don Paolo, parroco della Chiesa di San Torpete, che per protesta contro il Decreto Salvini, non celebrerà la messa dal 24 dicembre al 5 gennaio

Don Paolo contro il Decreto Salvini: "Niente messa a San Torpete, sono obiettore di coscienza"

Anche i preti scioperano. O almeno possono prendersi questa licenza. Lo ha deciso Don Paolo, parroco della Chiesa di San Torpete, che per protesta contro il Decreto Salvini, non celebrerà la messa dal 24 dicembre al 5 gennaio.

Resterà chiusa per “obiezione di coscienza”, come ha dichiarato al Secolo XIX, perché il Decreto Sicurezza è contrario ai valori cristiani: “nel silenzio totale dei cattolici e dei cristiani, alla vigilia di Natale, espelle dall’Italia quel Gesù di Nazaret di cui si vorrebbe celebrare la nascita”.

E allora niente messa di Natale. Anche perché, secondo Don Paolo, il “Natale moderno fomenta lo sperpero, alimenta la falsità dei falsi sentimenti d’occasione e illude perché tutto lo scempio delle ingiustizie, delle immoralità e del buonismo a buon mercato si ritualizza nel contesto di una religiosità blasfema”.

Come la prenderanno i parrocchiani?

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore