/ Cronaca

Cronaca | 21 gennaio 2019, 15:41

Anche il figlio di Berlusconi alla scuola telematica di Portofino

Parte il progetto finanziato dal Miur per consentire la didattica a distanza per i ragazzi di Portofino: fra gli alunni anche il figlio di Piersilvio Berlusconi

Anche il figlio di Berlusconi alla scuola telematica di Portofino

E' stato inaugurato oggi a Portofino il servizio di scuola telematica, organizzato per garantire la continuità didattica ai ragazzi del borgo ligure, senza la necessità di imbarcarsi ogni giorno sul battello per raggiungere le aule a Santa Margherita: fra gli alunni coinvolti dall'iniziativa anche il nipote di Silvio Berlusconi, figlio di Piersilvio.

Sono in tutto sette le postazioni dedicate alla scuola telematica disponibili nel teatrino di Portofino. "Al di là dell'emergenza - spiega il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - questo è un esempio virtuoso per tutta l'Italia per quei piccoli centri abitati che fanno fatica a mantenere un presidio scolastico". "Ripartiamo dalla scuola - ha spiegato l'assessore regionale all'istruzione Ilaria Cavo - è stato fondamentale aver garantito la continuità scolastica a questi ragazzi che siamo certi apprezzeranno questo modo originale di fare lezione".

Ovviamente presente anche il sindaco Matteo Viacava: "Sono 30 anni che non si faceva una lezione e alcuni anni fa abbiamo anche dovuto chiudere l'asilo - ha dichiarato -. Chissà che questa soluzione non sia anche un inizio del ritorno della scuola a Portofino".

L'attivazione del servizio è stata coordinata da Regione Liguria e realizzata da Liguria digitale grazie a finanziamento del Miur. Al progetto hanno collaborato i comuni di Portofino e Santa Margherita Ligure e l'istituto comprensivo di Santa Margherita Ligure.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium