/ Attualità

Attualità | 09 novembre 2019, 16:55

Pegli, in Villa Doria arriva la bella mostra dedicata al punto croce

L’iniziativa è curata dal Cup - Centro Universitario del Ponente, in collaborazione con la delegazione genovese dell’Associazione Italiana Punto Croce, coordinata da Annamaria Crisafulli e che festeggia vent’anni di interessante attività

Pegli, in Villa Doria arriva la bella mostra dedicata al punto croce

Nuovo, interessante capitolo dell’assai proficua collaborazione tra il Museo Navale di Villa Doria a Pegli e il Cup - Centro Universitario del Ponente, una delle principali associazioni culturali non soltanto della zona, ma di tutto il Municipio, sia per storicità che per livello e qualità della proposta, che per numero di associati.  

Sabato prossimo, 16 novembre, alle ore 11, nella sede di piazza Bonavino, viene inaugurata la mostra ‘La nostra storia tra Lini e Fili’, che resterà aperta sino al prossimo 24 novembre, grazie all’impegno dei volontari del Cup, e che è dedicata al ricamo a punto croce.

L’iniziativa, come spiega Angela Delfino, che è la responsabile della Commissione Cultura del Cup, è curata anzitutto “dalla delegazione di Genova dell’Associazione Italiana Punto Croce, che è nata vent’anni fa. Il gruppo, che ha sede a Reggio Emilia e che a Genova è coordinato da Annamaria Crisafulli, è nato per riscoprire, tramandare e promuovere l’arte del punto croce, oltre che per organizzare scambi con altri paesi e per arricchire le conoscenze tecniche e culturali, partecipando a mostre e concorsi. Grazie a questo impegno, si promuove la conoscenza di libri, schemi e disegni di creatori italiani e stranieri”.

L’associazione (nata invece venticinque anni fa a livello nazionale) è composta da undici delegazioni (Reggio Emilia, Ancona, Baveno, Castelnovo ne’ Monti, Catania, Cordignano, Milano, Ravenna, Solbiate Arno, Valle Vigezzo e, naturalmente, Genova) che, guidate da amiche con passione ed entusiasmo, mantengono viva e attuale quest’arte antica. “Chi espone alla mostra collettiva di Villa Doria - prosegue Angela Delfino - sarà felice di far vedere il meglio dei lavori eseguiti dalla nascita della delegazione genovese fino ad oggi, vent’anni insieme”.

Annamaria Crisafulli illustra: “Verranno esposti riproduzioni di samplers (imparaticci) di varie epoche, ricami a tema natalizio e ricami a tema botanico, oggettistica che mostrerà come il punto croce possa essere applicato. Un particolare riguardo sarà dato a una creatrice danese, Gerda Johanne Bengtsson, specializzata in ricami floreali. Tra le tante crocette ricamate, sarà chiaramente evidente la nostra passione e il nostro amore per questo affascinante e terapeutico punto croce”.

Il Museo Navale di Pegli ha sede nella prestigiosa Villa Centurione Doria di Pegli, costruita nel 1540 da Adamo Centurione, ricchissimo banchiere. Attualmente ospita collezioni marittime relative a Genova e alle Riviere, che vanno dal XV al XIX secolo.

Il CUP (Centro Universitario del Ponente), associazione di promozione sociale, attivo sin dal 1999 nel territorio del Ponente genovese (da Sestri Ponente a Voltri) e con sede a Pegli, svolge svariate attività. Offre ai suoi iscritti (quasi 1400 nell’anno accademico 2018/2019) la possibilità di scegliere tra circa duecento corsi tenuti da centoventi docenti qualificati (letteratura, lingue straniere, storia dell’arte, matematica e altro), laboratori, visite di istruzione e quanto altro può essere utile a livello sociale e culturale. Vengono organizzati, inoltre, conferenze, convegni e mostre, aperte non solo ai soci ma alla cittadinanza, che trovano ospitalità nel suggestivo Salone degli Argonauti del Museo Navale di Pegli, che proprio il Cup ha contribuito a tenere in vita con i suoi volontari, che ne garantiscono l’apertura al sabato e alla domenica.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium