/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2018, 16:26

Genova protagonista al Festival delle Buone Pratiche di Urbact in corso a Bari

Il Comune di Genova, attraverso l’assessore Paola Bordilli, è intervenuta nei due momenti centrali della prima giornata: la tavola rotonda di apertura e la sessione pomeridiana dedicata alle esperienze delle città

Genova protagonista al Festival delle Buone Pratiche di Urbact in corso a Bari

Genova, rappresentata dall'assessore Paola Bordilli, è protagonista al Festival delle Buone Pratiche di Urbact, il programma europeo dedicato alle Città, in corso a Bari fino a domani, sabato 29 settembre. Genova è impegnata in vari progetti Urbact, fra cui, negli ultimi anni, "City Logo" e "Interactive Cities", quest'ultimo come città leader. Il Festival è stato aperto dalla Commissaria Europea alla politica urbana e regionale Corina Cretu che ha confermato l'impegno per un'Europa intelligente e sostenibile, l’attenzione crescente alla dimensione urbana e al suo sviluppo sostenibile. Ha inoltre preannunciato un'iniziativa europea che metterà a disposizione in modo coordinato tutti gli strumenti in uso per le città, fra cui Urbact.

Il Comune di Genova, attraverso l’assessore Paola Bordilli, è intervenuta nei due momenti centrali della prima giornata: la tavola rotonda di apertura e la sessione pomeridiana dedicata alle esperienze delle città.

La tavola rotonda di apertura, dedicata al tema "Le Città italiane di Urbact verso l'Europa dei futuro", ha visto l'intervento di amministratori delle più importanti città e regioni italiane attive in Urbact, fra cui – oltre a Genova – Milano, Arezzo, Bari, San Donà di Piave. Bordilli ha richiamato gli assi di sviluppo per la città di Genova: turismo, porto e logistica, hi-tech. Ha sottolineato come Urbact e i fondi europei di sviluppo territoriale stiano svolgendo un ruolo importante nella strategia di city branding di Genova e nella promozione della città come destinazione turistica, strategia ulteriormente implementata, negli ultimi anni, attraverso una più ampia politica di marketing territoriale, volta ad attirare non solo turisti, ma anche investimenti, aziende, saperi, opportunità di crescita economica. Bordilli ha citato il recente successo del Salone Nautico e l'impegno a valorizzare, attraverso un metodo di lavoro condiviso, aree importanti ma meno conosciute dal punto di vista turistico, come Nervi, attraverso il progetto Med Alter Eco, e la zona intorno alla Lanterna e aree retro portuali.

Nel pomeriggio Bordilli ha affrontato, all'interno della sessione dedicata alle "Esperienze", il tema "Social media per la promozione della città e il progetto Interactive Cities".  Bordilli ha sottolineato come Interactive Cities sia stato, recentemente, uno dei progetti Urbact che ha riscosso maggiore attenzione e interesse, per l'innovatività dell'approccio andando ad individuare anche nella comunicazione, in particolare la comunicazione digital, uno strumento di governance urbana. Genova ha lavorato, nel suo ruolo di città leader, in particolare sul versante della promozione della città, City branding e marketing territoriale, mentre altre città del network hanno lavorato sui servizi pubblici locali e sullo sviluppo economico di aree svantaggiate. L'Assessore ha richiamato la scelta partecipativa favorita da Urbact, attraverso la quale Genova ha creato, unica fra le grandi città, un social media team che è l'asse portante, insieme al gruppo di lavoro con Camera di Commercio e associazioni di categoria per l'imposta di soggiorno, della strategia digital della città. Bordilli ha poi richiamato le principali azioni realizzate, quali l'attenzione agli influencer e agli ambasciatori social, e le campagne digital sui principali mercati turistici internazionali della città. 

RG

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium