/ Politica

Politica | 25 maggio 2020, 16:45

Pegli, per la prima volta tutto lo specchio acqueo sarà balneabile

Anche i tratti a Levante e a Ponente rispetto alla foce del torrente Rexello hanno ottenuto la conformità da parte di Arpal. Currò (M5S): “Una notizia che rappresenta un successo” e il 'Comitato Pegli bene comune' continua a coordinare i lavoratori ex Ilva nella pulizia dei lidi

Pegli, per la prima volta tutto lo specchio acqueo sarà balneabile

Per la prima volta dopo moltissimi anni l’intero litorale di Pegli è stato valutato dall’Arpal come balneabile: anche il tratto a Ponente e a Levante rispetto al torrente Rexello ha ottenuto nei giorni scorsi la conformità dal punto di vista ambientale. Si tratta di una conquista importante anche considerando il periodo attuale, con tutte le incognite rispetto alla stagione balneare: sapere di avere una possibilità in più, per giunta sotto casa, può essere davvero positivo non solo per i pegliesi, ma anche per tutti i residenti delle zone circostanti.

A salutare con grande soddisfazione questa notizia è Massimo Currò, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Municipio VII Ponente: è proprio il Movimento, con Currò e tutti i suoi colleghi, ad essersi interessato con maggior forza negli ultimi anni della questione. “Dopo tre anni di battaglie - afferma Currò - finalmente è stata concessa la balneabilità: questo è un successo fondamentale per tutta la delegazione, ora sul sito di Arpal tutto lo specchio acqueo antistante a Pegli è balneabile, con tanto di analisi certificate”. Negli anni passati, era proprio la zona alla foce del Rexello ad aver dato le principali criticità, anche perché, spesso, è capitato che nel torrente finissero liquami e materiali inquinanti. La causa definitiva non è stata ancora individuata ma, anche per quest’anno, proprio in vista della stagione balneare, è stato realizzato un bypass che consente alla foce di restare incontaminata.

Nel frattempo il Comune di Genova sta proseguendo con un’analisi lungo l’intero tratto del corso d’acqua, per trovare e sistemare eventuali incongruità, anche con l’ausilio da parte dei privati: “Un civico di via Vianson - prosegue Currò - si è messo a norma nelle scorse settimane, ora si tratta di capire se ci sono altre fonti di possibile contaminazione. La cosa importante è che si potrà tornare liberamente a fare il bagno”. Sul portale ufficiale dell’Arpal, che è l’Azienda regionale per la protezione dell’ambiente ligure, sino al 14 maggio sia il tratto a Levante che quello a Ponente del rio Rexello figurano con il colore azzurro, ovvero ‘in attesa di valutazione’. Quindi, a partire dal 15 maggio, il colore diventa verde, ovvero ‘conforme’. Enorme soddisfazione viene espressa anche dal ‘Comitato Pegli bene comune’ che lo scorso anno aveva raccolto migliaia di firme per sensibilizzare le istituzioni rispetto a questo problema.

Nel frattempo proprio il Comitato presieduto da Laura Michelini continua a coordinare i lavoratori socialmente utili ex Ilva in preziose opere di tutela ambientale a favore di tutta la cittadinanza e di tutta la delegazione. Anche questa mattina i lavoratori si sono occupati di ripulire i tratti di spiaggia di fronte alla passeggiata, nella zona di largo Calasetta. Tutto sarà pronto in vista della riapertura ufficiale dei lidi, che dovrebbe essere fissata per il 3 giugno, allorquando si sarà anche capito come andrà regolato l’accesso nelle spiagge libere da parte dei cittadini. La certezza più importante, per adesso, è che a Pegli si potrà fare il bagno ovunque. E non pare veramente una cosa da poco.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium