/ Politica

Politica | 08 giugno 2020, 18:15

Arcelor Mittal, Acerbo-Patta (Prc-Se): "Sostegno a sciopero, nazionalizzare subito"

"Traspare sempre più chiaramente lo scopo di disattendere gli impegni assunti dalla multinazionale nel piano presentato nel settembre del 2018 quando si trattava di accaparrarsi lo stabilimento siderurgico più importante d’Europa"

Arcelor Mittal, Acerbo-Patta (Prc-Se): "Sostegno a sciopero, nazionalizzare subito"

"Fiom, Fim e Uilm hanno indetto lo sciopero di 24 ore dei lavoratori dell’ex-Ilva per domani 9 giugno contro il nuovo piano presentato da Arcelor Mittal al governo che prevede 3300 esuberi solo nello stabilimento di Taranto, la riduzione della produzione, e il rinvio del rifacimento del forno 5.

E’ solo l’ultimo di una lunga serie di atti arroganti e ricattatori da cui traspare sempre più chiaramente lo scopo di disattendere gli impegni assunti dalla multinazionale nel piano presentato nel settembre del 2018 quando si trattava di accaparrarsi lo stabilimento siderurgico più importante d’Europa", commentano in una nota stampa Maurizio Acerbo, segretario nazionale Partito della Rifondazione Comunista  e Antonello Patta, responsabile lavoro di Sinistra Europea.

"Solo un cieco può non vedere gli obiettivi del gestore dell’ex Ilva: non realizzare gli investimenti previsti, 3,5 miliardi tra nuovi investimenti e bonifiche, ridurre produzioni e occupazione ma conservare la sua presenza strategica in Italia e per somma beffa incamerare risorse pubbliche, anche a fondo perduto.

Un risultato drammatico per la siderurgia italiana sia dal punto di vista occupazionale che per il futuro di un settore strategico per il paese.

Di fronte a tutto ciò i giornali padronali, giustamente preoccupati per la diffusa percezione dell’ennesimo fallimento del capitalismo, da tempo riempiono pagine contro lo spettro dello statalismo e persino del sovietismo.

E dal governo si susseguono con frequenza quotidiana le genuflessioni all’ideologia del mercato e alla libertà d’impresa e le rassicurazioni sull’impegno a regalare ancora fondi pubblici senza nemmeno pretendere di controllarne la gestione.

La nazionalizzazione dell’ex ilva e della siderurgia va fatta subito! Ogni ulteriore rinvio peggiora sempre più le possibilità di rilancio.

Tutto il nostro sostegno alla lotta dei lavoratrici e dei lavoratori dell’ex Ilva".

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium