/ Cronaca

Cronaca | 31 luglio 2020, 17:25

Quasi sei milioni di euro a difesa della costa: nove interventi in sette Comuni

Toti e Giampedrone: "Dal 2018 stanziati 300 milioni per imprese, somme urgenze e per aumentare la resilienza del territorio"

Quasi sei milioni di euro a difesa della costa: nove interventi in sette Comuni

Regione Liguria ha stanziato 5.898.000 euro di fondi per nove interventi di difesa della costa, di contrasto all’erosione e d’incremento della resilienza in sette Comuni: si tratta d’interventi che vanno a recuperare e migliorare la difesa dall’azione del mare rispetto ai danni causati dall’eccezionale mareggiata che colpì la Liguria nell’autunno 2018.

“Con questo stanziamento – spiegano il presidente regionale Giovanni Toti e l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – raggiungiamo la quota record di 300 milioni investiti sul territorio dall’ottobre 2018, tra somme urgenze, ristori dei danni a privati e imprese e, come in questo caso, opere di riduzione del rischio e potenziamento della capacità di resilienza. Abbiamo fatto nostro un concetto che prima non esisteva e che permette non solo di migliorare le difese ma anche la qualità della vita in termini di sicurezza”.

“Si tratta infatti – spiegano – di opere che vanno a difendere le case, gli esercizi commerciali e le attività produttive costiere, le persone e le infrastrutture; con questo stanziamento chiudiamo la programmazione sul fronte difesa del suolo di questo mandato mettendo sul piatto soldi disponibili subito”.

I nove interventi riguardano:

Comune di Arenzano (152.000 euro): ricostruzione della mantellata di protezione, ricostruzione dell'accesso pubblico all'arenile e realizzazione muro di sostegno della scarpata di protezione dell’Aurelia.

Comune di Chiavari (solo progettazione 500.000 euro): progettazione smantellamento scogliere parallele e ricostruzione del profilo della spiaggia.

Comune di Moneglia: 1) intervento organico di difesa e riqualificazione del litorale mediante ristrutturazione del pennello davanti all'ex edificio Arcobaleno, costruzione di due nuovi pennelli, ripascimento strutturale; tratto di Ponente, tra l’Arcobaleno e la Secca (437.000 euro). 2) Realizzazione di scogliera a gettata aderente alla costa e addossata al muro ciclopico esistente per una lunghezza di circa 90 metri e potenziamento dell'orlatura di massi naturali già presenti al piede del muro. Località Punta Rospo. (475.000 euro).

Comune di Sori (1.900.000 euro): progettazione e stralcio intervento di consolidamento e adeguamento della barriera sommersa. Potenziamento opere di difesa costiera. Ripascimento strutturale.

Comune di Pietra Ligure (950.000 euro): intervento di aumento della resilienza delle strutture e delle infrastrutture zona levante mediante opere a mare in modo che possano adattarsi alla forza e all’azione del mare (2° lotto).

Comune di San Lorenzo al mare (700.000 euro): intervento di messa in sicurezza mediante completamento dell’intervento di difesa costiera.

Comune di Cervo: 1) darsena, realizzazione di banchinamento di protezione sulla linea di riva, protezione antemurale di circa 60 metri a presidio della parte centrale della barriera; nuovo accesso alla darsena e molo di chiusura a Ponente (590.000 euro). 2) Posizionamento di doppia fila di massi sul piano superiore esterno della diga sottoflutto attualmente dissestata (194.000 euro).

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium