/ Politica

Politica | 18 settembre 2020, 08:00

Pandolfo chiude la campagna elettorale insieme alla senatrice Pinotti: "Nei cinque anni di giunta Toti la Regione è stata abbandonata a se stessa" (VIDEO)

La senatrice Pinotti: "Momento storico importante per i grandi investimenti in arrivo dall'Europa: la Liguria deve darsi un governo in sintonia con l'esecutivo di Roma per garantirsi il miglior rilancio possibile"

Pandolfo chiude la campagna elettorale insieme alla senatrice Pinotti: "Nei cinque anni di giunta Toti la Regione è stata abbandonata a se stessa" (VIDEO)

Si è chiusa con un incontro pubblico organizzato in una pizzeria di Corso Italia la campagna elettorale per le elezioni regionali del candidato consigliere del Partito Democratico Alberto Pandolfo, con la partecipazione della senatrice genovese Roberta Pinotti, già ministro della Difesa con il passato governo Gentiloni.

"Sono stati 5 anni di tappeti rossi e ombrellini, e i liguri se ne sono accorti - spiega Alberto Pandolfo ai microfoni della Voce di Genova -. Tutti i dati relatici all'occupazione, al turismo, e purtroppo anche alla sanità, evidenziano un declino della nostra regione. I cinque anni della giunta Toti sono stati gli anni dell'abbandono per la Liguria: noi invece vogliamo portare la cura per il territorio e per le persone che lo abitano".

"Cura per le persone attraverso il sistema sanitario regionale - prosegue il candidato consigliere regionale del Partito Democratico -, che deve essere preservato al massimo: la sanità deve essere un bene universale, pubblico e garantito a tutti, ma soprattutto territoriale, vicino alle persone. Poi c'è la cura del territorio, che vogliamo cresca, ma lo faccia in maniera sostenibile, nel rispetto dell'ambiente e di chi ci abita: questo è il modello di Liguria che vogliamo trasformare in realtà. Per questa ragione è importante andare il 20 e il 21 a votare per scegliere il Partito Democratico e indicare la preferenza per Alberto Pandolfo".

"Quella che si gioca in Liguria è una partita importante anche a livello nazionale - commenta l'onorevole Roberta Pinotti -. Siamo di fronte ad un momento storico in cui avremo a disposizione molti fondi da investire, visto che, grazie all'operato del governo in carica, l'Europa destinerà all'Italia 209 miliardi per tutti i progetti di sviluppo; per questo è importantissimo che la Liguria possa dialogare al meglio con il governo nazionale, e smuovere finalmente tutti quegli elementi negativi, come la disoccupazione, la mancanza di sviluppo, l'arretratezza rispetto a tutta una serie di questioni, rispetto alle quali si può invece ricominciare a correre. Si tratta quindi di un passaggio di centrale importanza, ma non tanto per la politica politicante o per gli equilibri di governo, quanto piuttosto perché avere in Liguria un governo che condivide con l'esecutivo romano idee e progetti costituisce un viatico fondamentale per avere un rilancio vero".

CPE

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium