/ Attualità

Attualità | 22 febbraio 2021, 09:05

Spostamenti tra regioni, divieto prorogato di un mese. E Draghi dice stop alle decisioni last minute

Ieri sera l'incontro tra rappresentanti del governo e quelli delle regioni ha stabilito le prime basi su cui il nuovo esecutivo fonderà la lotta al Covid. Chiesti uno sprint sui vaccini e la revisione dei parametri per la classificazione in fasce

Spostamenti tra regioni, divieto prorogato di un mese. E Draghi dice stop alle decisioni last minute

Si va verso la proroga di un mese per quanto riguarda gli spostamenti tra regioni. Sarà con tutta probabilità questa la prima mossa del governo Draghi nel campo della lotta al virus.

Nella serata di ieri infatti, come riportato dai media nazionali, l'incontro tra l'esecutivo e i rappresentanti delle regioni ha confermato l'intenzione di mantenere lo stop alla mobilità interregionale anche dopo la scadenza del 25 febbraio: uno stop che, salvo sorprese, sarà prolungato di un altro mese e quindi fino al 27 marzo. Il ministro Speranza ha ribadito la necessità di mantenere le restrizioni visto il rischio legato alla diffusione delle varianti nel nostro Paese, che potrebbero far aumentare i positivi nelle prossime settimane.

Nell'incontro i governatori delle Regioni hanno inoltre stilato una bozza di un documento nel quale si chiede al governo di rivedere i parametri per la classificazione dei governi in fasce oltre ad una accelerata sulla disponibilità dei vaccini.

Esclusa invece l'ipotesi di una zona arancione in tutta Italia: la strada intrapresa è quella delle chiusure localizzate in caso di focolai particolarmente insidiosi. Durante il summit le parti hanno anche convenuto di evitare decisioni prese all'ultimo minuto e di rendere note le misure da adottare in anticipo.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium