/ Attualità

Attualità | 23 febbraio 2021, 18:32

Santanastasio (ArcheoClub D’Italia): "In Liguria il 6,1% dei beni culturali è minacciato dal rischio frana mentre il 25% è a medio rischio idraulico"

"Quanto è accaduto a Camogli induce ad una riflessione sulla sicurezza del territorio che può minacciare anche i siti d’interesse culturale"

Santanastasio (ArcheoClub D’Italia): "In Liguria il 6,1% dei beni culturali è minacciato dal rischio frana mentre il 25% è a medio rischio idraulico"

“In Italia ben 11.712 beni culturali potenzialmente soggetti a fenomeni franosi sono nelle aree a pericolosità elevata e molto elevata, raggiungono complessivamente 37.847 unità se si considerano anche quelli ubicati in aree a minore pericolosità; i monumenti a rischio alluvioni sono 31.137 nello scenario a pericolosità media e raggiungono i 39.426 in quello a scarsa probabilità di accadimento o relativo a eventi estremi. Per la loro salvaguardia è importante valutare anche lo scenario meno probabile tenuto conto che in caso di evento i danni prodotti al patrimonio culturale sarebbero inestimabili e irreversibili”: ad affermarlo è Rosario Santanastasio, presidente nazionale di ArcheoClub d’Italia.

“In Liguria – aggiunge Santanastasio – il 6,1% dei beni culturali è minacciato dal rischio frana mentre sono decisamente più numerosi quelli a medio rischio idraulico (3.712), il 25,3% del totale; quanto è accaduto a Camogli dove a franare non è stato un bene culturale ma comunque un cimitero induce una riflessione importante sulla sicurezza del territorio che può minacciare anche i siti d’interesse culturale”.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium