/ Municipio Centro Ovest

Municipio Centro Ovest | 16 aprile 2021, 15:30

La Regione dà il via libera per Esselunga in via di Francia

Ok della Giunta al rilascio dell’autorizzazione urbanistica per il nuovo supermarket a San Benigno: ora potrà essere chiesto il permesso commerciale. Intanto ad Albaro aprirà un beauty center da duecento metri quadri

La Regione dà il via libera per Esselunga in via di Francia

L’iter per la realizzazione del punto vendita Esselunga in via di Francia prosegue spedito. Un importante passo avanti è il ‘via libera’ dato dalla Giunta Regionale per il nuovo supermercato a San Benigno. Ma le novità non finiscono qui: ad Albaro, dove il colosso lombardo ha già aperto il suo primo negozio a Genova, arriverà EsserBella, la profumeria del gruppo che potrà contare su uno spazio di circa 200 metri quadri.

Il passaggio in Regione fa seguito a quanto avvenuto in Consiglio comunale, dove martedì scorso sono state approvate per la seconda volta (e quindi definitivamente), con il sì della maggioranza di centrodestra e il no di tutti i gruppi di opposizione, le modifiche al Piano Urbanistico Comunale che rendono possibile la realizzazione di una struttura commerciale per la vendita di generi alimentari.

La settimana scorsa la Giunta Regionale, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, Andrea Benveduti, aveva dato parere favorevole all’istanza presentata da Esselunga per ottenere il rilascio dell’autorizzazione commerciale ad aprire una struttura di 3200 metri quadri di superficie, di cui 2080 per la vendita di prodotti alimentari e 1120 per prodotti non alimentari.

Dopo il parere della Regione Liguria, necessario e vincolante, potrà essere chiusa la conferenza dei servizi, indetta dal Comune il 6 aprile per il rilascio dell’autorizzazione commerciale. Oltre a questa, serve l’approvazione del progetto edilizio per il rilascio del titolo di costruire e l’avvio dei lavori, che potrebbero iniziare in estate.

Sull’intera operazione pendono tuttavia alcuni ricorsi presentati al Tar della Liguria, che gioco forza potrebbero rallentare o fermare l’avanzata dell’operazione. Contro il progetto di Esselunga a San Benigno, lo ricordiamo, vi sono diversi ricorsi al Tar presentati dal Civ Fronte del Porto di San Teodoro (con il sostegno dei Civ di Sampierdarena e di Confesercenti) e di Coop Liguria. Il ricorso del Civ, in particolare, è quello il cui iter è più avanzato: su di esso si è già svolta l’udienza e adesso si attende la sentenza.

I centri commerciali di via, le associazioni di categoria dei commercianti e i sindacati hanno duramente contestato l’operazione, preoccupati per l’impatto che avrà sul tessuto commerciale di Sampierdarena e San Teodoro, e non solo. Anche il municipio Centro-Ovest aveva espresso la propria contrarietà sulla base delle possibili ricadute negative sul commercio. Altro timore è quello legato traffico e alla vivibilità della zona. Giunta comunale e maggioranza di centrodestra, invece, hanno difeso l’operazione in nome della concorrenza e degli effetti positivi che questa avrà sui prezzi dei prodotti per i consumatori. Ad Albaro in via Piave, dopo una settimana leggermente più caotica del normale dopo l’apertura del punto vendita, la situazione è andata via via normalizzandosi.

Per quanto riguarda invece l’apertura di EsserBella ad Albaro, i locali individuati dovrebbero essere quelli situati nelle immediate vicinanze del supermercato, in un edificio che attualmente è in disuso. L’apertura del punto vendita dovrebbe portare all’assunzione di più di cinque persone del territorio.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium