/ Municipio Ponente

Municipio Ponente | 11 luglio 2021, 17:19

'Sono solo storie vere': il ritorno sui palchi dello Studio Dyv Top di Pegli

Ripartenza alla grande dopo la pandemia per la scuola di danza. Lunedì 19 e martedì 20 luglio appuntamento in piazza San Matteo a Genova, nell’ambito del Festival ‘In una notte d’estate’ di Lunaria Teatro

'Sono solo storie vere': il ritorno sui palchi dello Studio Dyv Top di Pegli

C’è una scuola di danza, a Pegli, che ha saputo ripartire alla grande, appena ce n’è stata la possibilità, appena le restrizioni relative al Covid-19 sono state attenuate, appena si è potuto tornare a calcare i palchi e a riempire le platee.

Magie su magie, quelle che ci vengono regalate dallo Studio Dyv Top di via Cassanello, da anni un punto di riferimento per chi voglia avvicinarsi alle varie specialità coreutiche. È bello, anzi bellissimo, poter rivedere all’opera le ballerine e le allieve della scuola e uno scenario assai prestigioso è quello che per lo Studio Dyv Top si aprirà lunedì 19 luglio, alle ore 21,15, con replica anche martedì 20 luglio, sempre alle ore 21,15: si tratta di piazza San Matteo, in centro città a Genova, grazie all’ospitalità da parte del Festival ‘In una notte d’estate’ organizzato come da tradizione da Lunaria Teatro.

Lo Studio Dyv Top porterà in scena ‘Sono solo storie vere’, con le coreografie di Patrizia Genitoni, Carolina Traverso, Beatrice Rossi e Pamela Russello e con la musica dal vivo che sarà suonata dagli archi e dall’arpa del G.E. Music Project. A impreziosire il tutto, ecco la voce narrante di Simone Vialardi e di Mariangela Colla, i costumi di Elena Ristori e i quadri realizzati dall’artista genovese Stefania Garbarino, che sta avendo sempre più seguito sul mercato e sta riscuotendo sempre più apprezzamenti. ‘Sono solo storie vere’ è presentato da Alevilla - Dyv Dance Project (Studio Dyv Top) e da New California Club.

Si parte da un viaggio immaginario dentro a una galleria d’arte, animata dalla compagnia di danza contemporanea urbana Dance Dyv Project, mentre i quadri dipinti da Stefania Garbarino raccontano vite di personaggi realmente vissuti, famosi, sia storici che contemporanei, che hanno lasciato un segno nella nostra cultura e nella storia.

Sarà un viaggio attraverso i valori, ma anche attraverso la perdizione, da Alda Merini a Vincenzo Muccioli, dalla Callas a Mia Martini, dalle donne della Bella Époque a Morricone, il tutto accompagnato da un trio d’archi e arpa (G.E. Music Project ), che eseguiranno musiche dal vivo, mentre i ballerini ispirati e accompagnati dalla voce narrante di Simone Vialardi e di Mariangela Colla danzeranno intorno ai quadri.

“Sarà - annunciano le coreografe - uno spettacolo inebriante, dinamico e divertente, che condurrà attivamente lo spettatore all’interno della galleria d’arte in movimento alla scoperta di storie vere, personaggi trasgressivi, emblematici, passionali ed estremamente veri”. Le coreografe Patrizia Genitoni, Carolina Traverso, Beatrice Rossi e Pamela Russello partecipano da anni con successo a kermesse di danza nazionali e internazionali. Si va in scena anche il 22 luglio, presso la Villa Figoli De Geneys ad Arenzano. Si va in scena per non smettere più di andarci, perché anche la danza è stata fin troppo imballata e ora non vuole fermarsi più.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium