/ Attualità

Attualità | 01 ottobre 2021, 15:35

Lanterna, ecco le immagini del progetto delle opere di valorizzazione (FOTO)

Valorizzazione e accessibilità sono temi sempre al centro delle attività del monumento simbolo di Genova

Lanterna, ecco le immagini del progetto delle opere di valorizzazione (FOTO)

Nel contesto delle Giornate Europee del Patrimonio 2021, si è svolto questa mattina, nell’Open Air Museum nel parco del Complesso Monumentale della Lanterna di Genova, un incontro di aggiornamento sulle attività di valorizzazione del complesso Monumentale, che ha visto coinvolte le Istituzioni e i Partner che sostengono i progetti.

Valorizzazione e accessibilità sono temi sempre al centro delle attività del monumento simbolo di Genova, che anche quest’anno vuole porre all’attenzione le tante iniziative in corso e i progetti che si stanno sviluppando, nell’ottica di rendere il museo un luogo inclusivo, di partecipazione e di crescita culturale e sociale.

 

L’incontro è stato introdotto da Nicoletta Viziano, Presidente Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni di cui il complesso monumentale della Lanterna è parte, che ha dichiarato: “Continua l’importante e impegnativa attività di valorizzazione del monumento: anche quest’anno tante iniziative e progetti, che portano significativi risultati in ottica di accessibilità, rinnovamento e arricchimento del percorso di visita. Ringraziamo tutti gli attori coinvolti, le Istituzioni e i Partner che sostengono la Lanterna: un patrimonio di tutti, espressione identitaria della città e del territorio che si proietta in uno scenario nazionale e internazionale, esprimendo una progettualità sempre attenta ai suoi visitatori e innovativa per modalità, strumenti e tecnologie”.

 

Nel 2021 si festeggia il 110° anniversario della Gestione del servizio Fari e Segnalamenti Marittimi da parte della Marina Militare, istituzione a cui fa capo la funzione illuminante del Faro.

Presente per l’occasione l’Ammiraglio di Squadra Giorgio Lazio, Comandante del Comando Marittimo Nord della Marina Militare, con giurisdizione su Nord Italia e Sardegna, che dichiara: “Come accennato quest’anno ricorrono i 110 anni dall’istituzione del servizio Fari e Segnalamenti marittimi, da quando nel 1911 ne fu affidata per legge la responsabilità alla Marina Militare. La rete nazionale dei segnalamenti marittimi, a servizio di tutti i naviganti che transitano nelle acque prospicienti le coste italiane e nei porti di interesse nazionale, si sviluppa per un totale di 861 ausili per la navigazione, di cui 147 fari e 714 fanali. Nell’ottica del continuo ammodernamento e rinnovamento dei Fari e del Segnalamento Marittimo la Marina Militare collabora con gli Enti pubblici e privati per garantirne, oltre che la massima affidabilità ed efficienza, anche la valorizzazione e fruibilità per progetti di importante valore sociale per preservare queste opere storiche patrimonio di tutti”.

 

Partecipa all’incontro anche Ilaria Cavo, Assessore alle Politiche socio sanitarie e Terzo Settore, Politiche giovanili, Scuola, Università e Formazione, Cultura e Spettacolo di Regione Liguria, che commenta: “Nelle Giornate Europee per il Patrimonio 2021 non c'è luogo più indicativo per Genova della Lanterna, simbolo di una città e di un'intera regione - dichiara l'assessore alla cultura di Regione Liguria Ilaria Cavo - Quello di oggi è un grande momento di valorizzazione perché questo storico faro, grazie al contributo di diversi soggetti, si arricchisce dal punto di vista della comunicazione con l'esterno tramite il sito, dal punto di vista dell'accessibilità per i disabili, dal punto di vista della fruizione con la pista ciclabile.  Quello raccontato è un grande lavoro di rete per fare in modo che questo sia un monumento vivo e legato al cuore pulsante della città. Intrecciando cultura e storia, la Lanterna è sempre più attrattività turistica ed è ormai strettamente legata al Terminal Crociere e ai crocieristi. Ed è significativo il fatto che a gestire il complesso siano due giovani professionisti, Andrea e Cristina, non solo affezionatissimi al luogo, ma usciti da un Master dell'Università di Genova che Regione Liguria ha sostenuto”.

 

Francesco Maresca, Assessore allo Sviluppo Economico Portuale e Logistico, interviene in rappresentanza del Comune di Genova: “La Lanterna è il simbolo di Genova e i suoi quasi 900 anni di storia sono strettamente legati allo sviluppo della città e del suo porto: un patrimonio da conservare, valorizzare e promuovere. Facciamo in questa occasione il punto sui tanti progetti e sugli importanti risultati raggiunti quest’anno in ottica di una sempre maggiore accessibilità e fruibilità: accogliamo oggi il progetto di valorizzazione donato alla città dall’APS Amici della Lanterna ringraziando tutti coloro che con il loro impegno, contributo e professionalità sostengono il monumento”.

 

Il monumento simbolo della città è sempre più strategico all’interno dell’offerta culturale e turistica genovese.

 

La Lanterna è simbolo di Genova ed il monumento che da secoli accoglie chi raggiunge la nostra terra e saluta chi la lascia - dichiara l'Assessore allo Sviluppo Economico Turistico e Marketing Territoriale del Comune di Genova Laura Gaggero - La sua importanza è assoluta e negli ultimi anni l’opera di valorizzazione sta proseguendo sotto tutti gli aspetti. Ora più che mai la Lanterna è uno dei punti fermi del nostro programma di rilancio del turismo, per questo l’abbiamo inserita nelle nostre mappe metrominuto e nei nostri itinerari”.

DONAZIONE ALLA CITTÀ DELLA PROGETTAZIONE DI OPERE DI VALORIZZAZIONE, TRA CUI LA PASSEGGIATA CICLABILE

 

La progettazione, realizzata dagli Architetti Andrea Marenco, Marina Bonacasa, Diego Zoppi grazie al sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, è stata donata alla città da APS Amici della Lanterna, che continua a promuovere e sostenere iniziative e progetti per la valorizzazione del complesso monumentale della Lanterna di Genova e il contesto in cui è storicamente inserito.

 

La progettazione comprende più temi e aree del complesso Monumentale in particolare:

Passeggiata ciclabile - Progetto Preliminare e Definitivo

Adeguamento Passeggiata della Lanterna come percorso ciclabile-pedonale, tramite innalzamento del parapetto della Passeggiata con inserimento tubolare aggiuntivo per aumentare l’altezza dei parapetti, con disegno coerente al linguaggio architettonico dei parapetti esistenti che verranno mantenuti e solo localmente manutenzionati laddove necessario. Localizzazione di punti con rastrelliere per ricarica elettrica per bici e skates elettrici.

Biglietteria ad inizio Passeggiata - Progetto Preliminare

Creazione di una biglietteria stabile presso lo slargo presente presso il cancello di ingresso della Passeggiata della Lanterna, anche in questo caso da realizzarsi con forme e materiali coerenti con i materiali già utilizzati per realizzare la passeggiata della Lanterna e al contempo consentano trasparenza verso il muro e protezione contro gli agenti atmosferici.

Punto Ristoro e Bookshop - Progetto Preliminare

Creazione di ‘punto ristoro e bookshop’ presso l’attuale biglietteria da realizzarsi con forme e materiali che si armonizzino con lo sperone roccioso su cui insisterà il nuovo manufatto, siano coerenti con i materiali già utilizzati per realizzare la passeggiata della Lanterna ed il Parco Urbano, e al contempo consentano trasparenza verso il muro con feritoie esistente, nell’ottica di fornire un servizio indispensabile alla fruizione del manufatto.

A conclusione della presentazione, Andrea De Caro, Direttore Operativo del Complesso Monumentale della Lanterna di Genova per Pharos Heritage e Referente APS Amici della Lanterna, ha consegnato al Comune di Genova nella figura dell’Assessore Maresca il progetto, alla presenza di Nicoletta Viziano, Presidente Mu.MA  Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni e Membro Comitato di Gestione Fondazione Compagnia di San Paolo e Andrea Salice, Obiettivo Cultura della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGETTO VARIANTE PASSEGGIATA DISABILI e MANUTENZIONE E ADEGUAMENTO INFRASTRUTTURE

L’Assessore Maresca ha aggiornato sulle attività in corso, con riferimento alla variante per la passeggiata di avvicinamento al Complesso Monumentale per il superamento delle barriere architettoniche, del nodo di San Benigno e di altre attività di manutenzione e adeguamento.

 

INSTALLAZIONE SEGNALETICA DI AVVICINAMENTO

Grazie all’interessamento del Comune di Genova e in prima persona del Sindaco Marco Bucci, tramite il Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, il Complesso Monumentale della Lanterna è ora più facilmente raggiungibile con un nuovo percorso di segnaletica di avvicinamento, realizzato con il supporto dei Rotary Genovesi che, insieme al Dipartimento Architettura e Design dell'Università di Genova, si sono affiancati all’APS Amici della Lanterna, che sostiene la valorizzazione del faro simbolo della città, e allo studio Arteprima di Luigi Berio, che cura il brand Lanterna, per sviluppare questo progetto.

Dopo una attenta fase progettuale e la verifica con gli interlocutori competenti, sono stati posizionati i pannelli, che partono dal Galata Museo del Mare per arrivare fino all’altezza del Terminal Traghetti, raggiungendo la segnaletica già esistente per la passeggiata che conduce alla Lanterna.

Proprio questo progetto era stato presentato come buona pratica a supporto del patrimonio culturale anche al Presidente mondiale della Rotary Foundation Gary C. K. Huang in occasione della sua visita a Genova nel novembre 2019, con un incontro Istituzionale al Galata Museo del Mare, seguito da una visita speciale al Complesso Monumentale della Lanterna.

Con questo percorso e la sua segnaletica abbiamo cercato di accompagnare i visitatori attraverso una parte così importante di Genova fornendo indicazioni solo quando è strettamente necessario, per non sovraccaricare di ulteriori segni un contesto già molto articolato da quel punto di vista e al contempo proponendo un linguaggio facile da decifrare e utile a dare risalto al Complesso Monumentale della Lanterna nel contesto cittadino” -  commenta Elisabetta Ruggiero[1]*, Dipartimento Architettura e Design dell’Università degli Studi di Genova e Socia Rotary Genova San Giorgio.

 

Nel 2021 il Complesso Monumentale ha registrato, alla riapertura al pubblico, una importante crescita dei visitatori, in particolare nei mesi estivi: 8.533 visitatori complessivamente nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021  che, rapportati ai 4.629 degli stessi mesi del 2020 rappresentano un +84,34%.

Il posizionamento della nuova segnaletica di avvicinamento contribuisce a rendere il monumento simbolo della città sempre più accessibile e facilmente raggiungibile.

RISULTATI DEL RESTAURO CONSERVATIVO DELLA PORTA NUOVA E DELLE TARGHE MARMOREE DEL FARO

Il 2021 è stato un anno significativo per i restauri conservativi, che hanno interessato sia la Porta Nuova della Lanterna che la torre del faro.

I restauri sono stati realizzati sotto la direzione del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, con la supervisione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e la provincia di La Spezia, all’interno dei finanziamenti stanziati dal Ministero della Cultura (ex MIBACT) e Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (ex MIT) su proposta del Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni del Comune di Genova.

La Porta Nuova della Lanterna

 

Voluta da Re Carlo Felice e inaugurata nel 1831, era l’accesso a Genova da Occidente, parte dell’ultimo bastione difensivo della cinta muraria a protezione della città. Rimosso dalla sua collocazione originaria, l’imponente Portale è oggi addossato alle fortificazioni all’interno dell’Open air Museum nel parco, nel Complesso Monumentale della Lanterna di Genova.

Il complesso lavoro di restauro realizzato da Co.Art di Maria Luisa Carlini e Stefano Meriana da marzo a luglio di quest’anno, ha previsto diverse fasi, che hanno consolidato i materiale e portato anche a ristabilire l’equilibrio cromatico del monumento. L'intervento conservativo si è concluso con l'applicazione di un protettivo superficiale per contenere e rallentare il degrado della pietra di Promontorio.

Durante i lavori è stato possibile studiare da vicino il monumento e sono emerse anche alcune curiosità, come ad esempio la data incisa in numeri arabi alla base del leone di sinistra dello stemma, oppure alcune lesioni provocate da colpi di arma da fuoco sulla porta e sull’epigrafe (la forma delle tracce riporta a pallottole sferiche, di piombo o altro metallo, come quelle utilizzate nell’Ottocento: tutto da scoprire il riferimento alla storia della città)

Le targhe contro i fulmini

Realizzato da Iacco Morlotti nel mese di giugno, il restauro ha interessato le 4 targhe di marmo posizionate nella seconda metà del Settecento sui quattro lati della torre sopra la prima terrazza panoramica, con invocazioni per la protezione contro i fulmini.

Restauro in quota delle targhe in marmo sulla Lanterna

Come già per lo stemma della città sulla facciata nord presentato nel 2019, il restauro è stato realizzato questa estate da Restauro in Quota di Formento Restauri.

Il lavoro, realizzato con la spettacolare e innovativa tecnica del restauro in fune, ha previsto la pulitura, il consolidamento e la ripresa pittorica delle incisioni, delle targhe commemorative in marmo posizionate sulla torre del faro a oltre 70 metri di altezza dalla base della torre e oltre 100 metri sul livello del mare.

Altri interventi nella torre del faro

Formento Restauri ha curato anche altri interventi all'interno della torre del faro, tra cui i pavimenti marmorei che sono stati ripristinati, come erano storicamente, in marmo bardiglio e marmo bianco.

La rubrica #RestauriAllaLanterna

Per informare e aggiornare i suoi visitatori sulle attività in corso, la Lanterna ha realizzato una serie di contenuti e approfondimenti che hanno accompagnato le diverse fasi del restauro, pubblicati sui canali Facebook e Instagram Lanterna di Genova. Immagini, dettagli, approfondimenti, interviste e incontri con i professionisti: un modo per far conoscere il complesso monumentale, la sua storia, il delicato lavoro di restauro e molte curiosità.

LINK Video Restauro in Quota di Formento Restauri: https://youtu.be/PDuBx7RjE3Y

LINK Video Restauro Porta Nuova della Lanterna: https://www.youtube.com/watch?v=q6_7UnE0M5o

PRESENTAZIONE DEI NUOVI PANNELLI DIDATTICI DELL’OPEN AIR MUSEUM NEL PARCO

Il percorso di avvicinamento alla Lanterna, dalla passeggiata affacciata sul porto, al parco dell’Open Air Museum, è ora arricchita da nuovi pannelli didattici che illustrano il contesto in cui è inserito il faro, la vita e il lavoro portuale, le prospettive e gli scenari antichi e attuali, i contenuti affrontati all’interno del museo nelle  antiche fortificazioni.

I pannelli sono stati realizzati da Studio Arteprima di Luigi Berio, che cura Brand Lanterna e allestimenti e Graphic Design del Complesso Monumentale: circa 40 pannelli, corredati da immagini attuali e storiche con contenuti in italiano e inglese, corredati da QR code per ulteriori approfondimenti e lingue di fruizione, nell’ottica di un allestimento sempre più immersivo e inclusivo, rivolto al pubblico internazionale dei visitatori del monumento simbolo della città.

Il progetto è realizzato grazie a Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale con banchero costa & c. s.p.a., banchero costa insurance broker s.p.a., banchero costa & c. agenzia marittima s.p.a., Chugoku Boat Italy S.p.A, Costa Crociere S.p.A. per i pannelli della passeggiata affacciati sul Porto; Gruppo Spinelli, Rimorchiatori Riuniti, Coop Liguria per i pannelli dell’Open Air Museum nel Parco. Un ringraziamento particolare all’Associazione Promotori Musei del Mare, che è partner dell’iniziativa, e a Gruppo Finsea e Fondazione Carige, che quest’anno hanno supportato i progetti di valorizzazione.

 

Abbiamo sostenuto il progetto dell’Open Air Museum per una duplice motivazione - commenta Paolo Emilio Signorini*, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale - Dalla passeggiata che porta alla Lanterna si vede gran parte del porto di Genova ed è importante che i visitatori che la percorrono sappiano che stanno guardando il motore economico della città, la sua multifunzionalità, la sua storia, la sua progettualità. Inoltre il progetto risponde pienamente all’obiettivo di sostenibilità sociale declinata come accesso all’istruzione ed alla cultura. La sostenibilità è il cardine su cui ruotano oggi molte delle attività di AdSP, non ultimo il sostegno ad attività culturali di qualità come il progetto promosso dal Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni

 

PROGETTO DEL NUOVO SITO INTERNET CON FOCUS SU ACCESSIBILITÀ

Sempre in ottica di una migliore accessibilità, entro il mese di novembre, grazie al contributo di PSA ITALY e Fondazione Carige, sarà rinnovato e aggiornato il sito internet www.lanternadigenova.it con una grafica più accattivante e maggiore interattività.

 

Si chiudono le attività rimandando a un prossimo aggiornamento su iniziative che interesseranno il Complesso Monumentale nei prossimi mesi e  progetti di valorizzazione che sono allo studio, come anche la progettazione la fruibilità interattiva del tour virtuale anche tramite l’APP che già il monumento mette a disposizione degli utenti, amplificato e ottimizzato con la creazione di nuovi contenuti e l’aggiornamento di quelli esistenti.

 

L’incontro è stato moderato da Cristina Chiaiso, Coordinatore per la Comunicazione del Complesso Monumentale della Lanterna di Genova e Consigliere regionale Liguria ICOM Italia.

 A conclusione dell’incontro, un rinfresco nel parco offerto da Capurro Ricevimenti.

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium