/ Politica

Politica | 01 ottobre 2021, 08:05

Mimmo Lucano condannato, alle 18 in piazza De Ferrari presidio di solidarietà organizzato dall'Anpi

Dopo la durissima condanna inflitta all'ex sindaco di Riace, questa sera ci sarà un presidio in solidarietà

Mimmo Lucano condannato, alle 18 in piazza De Ferrari presidio di solidarietà organizzato dall'Anpi

Questa sera alle 18 in piazza De Ferrari si terrà un presidio organizzato da Anpi, in solidarietà a Mimmo Lucano, l'ex sindaco di Riace condannato ieri a 13 anni e due mesi in primo grado, nel processo che lo vedeva imputato per associazione per delinquere, abuso d'ufficio, truffa, concussione, peculato, turbativa d'asta, falsità ideologica e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. 

L'inchiesta era partita nel 2018 e riguardava il cosiddetto 'Modello Riace', ovvero il sistema d'accoglienza dei migranti all'interno del paesino allora amministrato da Lucano che per la procura, e per i giudici che lo hanno condannato, avrebbe ottenuto un guadagno politico da quello che per l'accusa era solo una 'spectre' dell'accoglienza che 'ha lucrato sui migranti piuttosto che aiutarli'. 

Quello che però non è mai emerso è il presunto guadagno economico che Lucano avrebbe ottenuto dal modello Riace, semplicemente perché non c'è mai stato. L'ex sindaco è stato anche condannato al risarcimento per centinaia di migliaia di euro. Sconsolato, all'uscita dal tribunale ha dichiarato di non essere in possesso di questa somma. "Ho a stento i soldi per sopravvivere", ha detto.

Tra coloro che si sono schierati a fianco di Lucano, anche l'Anpi che ha organizzato presidi in tutte le piazze italiane. Genova ha raccolto l'appello: "Reato di Umanità. Forza Mimmo Lucano siamo tutti colpevoli", si legge sulla pagina Facebook dell'associazione nazionale partigiani genovese, che annuncia la partecipazione in piazza.

Francesco Li Noce


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium