/ Sport

Sport | 02 maggio 2022, 17:15

Genoa a un passo dalla B, ma l'ex patron Spinelli non ha dubbi: "I 777 vanno sostenuti, il loro progetto è pluriennale"

Dal Chittolina di Vado per assistere i rossoblu locali dei quali è sponsor, l'investitura. Intanto oltre al campo prosegue la querelle sui conti: tra Preziosi e gli americani ecco gli avvocati

Genoa a un passo dalla B, ma l'ex patron Spinelli non ha dubbi: "I 777 vanno sostenuti, il loro progetto è pluriennale"

Mentre il suo nome e il suo volto da ormai diverse settimane sono presenze fisse di un'altra realtà calcistica rossoblu della nostra Regione, il Vado, grazie alla stima reciproca che lo lega al patron dei savonesi Franco Tarabotto, il cuore di Aldo Spinelli continua a battere per il Genoa.

Un Grifone reduce da una sconfitta nel derby e sempre più vicino alla retrocessione, combinazione quasi esplosiva per il precario equilibrio nei giudizi dell'ambiente rossoblu. Anche se l'x patron, che di contestazioni qualcosa sa, invita alla calma.

"Credo gli americani abbiano fatto un progetto a 3 o 4 anni - ha detto ieri ai nostri microfoni di SV Sport dopo aver assistito, col fidato Elio Signorelli, alla vittoria del Vado (del quale resterà sponsor senza ulteriori incarichi) sul Bra - Il futuro del Genoa è aver risanato la società perché mettere a posto 42 milioni di passivo non era facile. Bisogna sostenere chi ha acquistato e loro devono rinforzare la squadra perché la B, anche se speriamo di no, è dura". 

Un atteggiamento di sostegno certo non nuovo per "U Sciu Aldo", il quale raramente aveva fatto mancare il proprio appoggio, ribadendo quanto fosse complesso muoversi nel mondo attuale del calcio, in tempi non facili nel rapporto con la tifoseria a uno dei suoi più illustri successori.

Parliamo di quell'Enrico Preziosi che, assente all'assemblea dei soci dello scorso 30 aprile nella quale si è approvato (senza il suo voto favorevole) il bilancio nel quale è stato certificato l'aumento delle perdite rispetto all'anno precedente, ha fatto sapere tramite il suo rappresentante, l'avvocato Filippo Rossi, di adire le vie legali verso l'attuale gruppo proprietario.

Oggetto della contesa un credito che per Fingiochi, società dell'ex presidente, non andrebbe rilevato ma che per la nuova proprietà rossoblu, al momento ferma al "no comment" per rispetto dei patti di riservatezza come ha affermato l'ad Blasquez, sarebbe "assolutamente certo ed esegibile". 

Mattia Pastorino


Sei un tifoso? Ti occupi di un club di tifosi? Sei un appassionato di calcio?
Contattaci: daremo spazio ai tuoi pareri, umori e commenti sul Genoa. Scrivi a redazione@lavocedigenova.it

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium