/ Attualità

Attualità | 23 giugno 2022, 18:22

Siccità, Regione spinge i comuni liguri ad adottare ordinanze per un consumo consapevole dell’acqua

L’assessore Giampedrone: “Al lavoro con le altre regioni per accedere allo stato d’emergenza”

Siccità, Regione spinge i comuni liguri ad adottare ordinanze per un consumo consapevole dell’acqua

Continua a preoccupare il problema siccità in Liguria ed in tutto il nord Italia. La nostra regione infatti ha conquistato proprio in questi giorni il record di zona con le temperature minime notturne più alte d’Italia.

“Abbiamo approvato un documento di giunta che fotografa lo stato dei due bacini in cui la regione è inserita, ovvero il bacino del Po’ e il bacino dell’Appennino settentrionale - fa sapere l’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone - Il primo ha un’alta severità idraulica da qualche settimana quindi il massimo livello di severità. Il bacino dell’Appennino settentrionale invece è stato classificato come severità media ma la tendenza vede una riconvocazione nelle prossime settimane dell’osservatorio e il livello si innalzerà, questo quasi sicuramente per il ponente ligure”.


Nella nostra regione sono numerosi i comuni che hanno deciso di adottare provvedimenti per limitare l’utilizzo dell’acqua.

“Abbiamo iniziato ad indirizzare gli enti competenti ad adottare delle ordinanze che cerchino di indirizzare i cittadini all’utilizzo più consapevole - continua l’assessore - Questo è il primo provvedimento che adottiamo e collaboreremo con tutte le regioni per costruire quelli che saranno i criteri per accedere allo stato di emergenza che potrà essere varato nelle prossime settimane dal governo centrale”.

Vediamo la situazione nel territorio regionale.

Provincia di Genova: il Comune di Lavagna ha emesso ordinanze restrittive di tipo cautelativo

Provincia di La Spezia: nei Comuni di Levanto, Framura e Riccò del Golfo sono state emesse ordinanze antispreco che vietano il lavaggio privato delle auto e l'innaffiamento dei giardini.

Spente le due piccole centrali idroelettriche in Val di Magra

Provincia di Savona: sono 6 i Comuni che hanno emesso ordinanze restrittive.

Provincia di Imperia: 13 i Comuni con ordinanze il divieto dell'utilizzo di acqua per scopi non alimentari o igienico-sanitario. A Pieve di Teco e Vasia i sindaci hanno chiuso le fontane comunali. A Teco è consentito l'uso di soli 200 litri d'acqua al giorno a utenza. In alcune frazioni di Sanremo l'acqua è dichiarata non potabile.

Marco Garibaldi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium