/ Cultura

Cultura | 06 settembre 2022, 12:07

Genoa Women e Sampdoria Women lunedì 12 settembre al cinema Sivori di Genova per la proiezione del film "Las Leonas"

Il film sarà presentato dalle registe Isabel Achával e Chiara Bondì

Genoa Women e Sampdoria Women lunedì 12 settembre al cinema Sivori di Genova per la proiezione del film "Las Leonas"

Sampdoria Women e Genoa Women al cinema Sivori, in occasione della proiezione speciale del film “Las Leonas”, presentato dalle registe Isabel Achával e Chiara Bondì. L’appuntamento è lunedì 12 settembre 2022 alle ore 21 nella sala di Circuito in salita Santa Caterina, a Genova. A moderare l’incontro con le artiste e le rappresentanti delle squadre femminili di Sampdoria e Genoa, sarà Francesca Savino, docente e critica cinematografica. Il film, prodotto da Nanni Moretti con la sua Sacher Film e Rai Cinema e distribuito dalla genovese Academy Two, è stato presentato alla 79ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Notti Veneziane.

Il mondo delle calciatrici, ovvero quando lo sport è sinonimo di inclusione. Chiara Bondì e Isabel Achával in “Las Leonas” raccontano la storia di un gruppo di donne immigrate a Roma, legate dalla passione per il calcio. Seguendole durante le partite del Trofeo Las Leonas si osserva anche il loro privato, il loro lavoro, il loro sguardo, tra speranze, aspettative, fatica e allegria.

Queste donne, provenienti da Perù, Ecuador, Moldavia, Capoverde, Marocco, quasi tutte impegnate nelle dimore altrui per gestire anziani, bambini o la casa, sono vere e proprie leonesse. Campionesse sul campo e nella vita. Il campo di calcio Vis Aurelia, in un quartiere lontano dal centro di Roma, dove si disputa il campionato di calcio a 8 femminile internazionale, diventa luogo di aggregazione, libertà, divertimento e riscatto sociale. «La prima volta che le abbiamo viste giocare – scrivono le registe Achával e Bondì – ci è sembrato che accadesse qualcosa di speciale. Era come se stessero volando dietro la palla. Bea, Siham, Melisa, Vania, Elvira, Joan e Ana ci sono sembrate da subito delle grandi lottatrici. Fiere e forti, vanno avanti nella vita con ottimismo e coraggio, malgrado le difficoltà delle loro storie personali». Molte di loro sognavano di diventare delle giocatrici professioniste, altre non avevano mai giocato in vita loro, ma per tutte correre dietro la palla significa sognare e dimenticare la fatica di ogni giorno. Il film è un’iniezione di vitalità.

Redazione

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium