/ Municipio Ponente

Municipio Ponente | 11 luglio 2023, 19:11

Pegli, le nuove scale del cimitero non sono sicure (VIDEO)

Lo denuncia la consigliera comunale del Partito Democratico, Cristina Lodi, dopo alcune segnalazioni. Il Comune ha stanziato oltre un milione per vari interventi sui trentacinque campisanti cittadini

Pegli, le nuove scale del cimitero non sono sicure (VIDEO)

Le nuove scale al cimitero di Pegli presentano dei difetti in termini di sicurezza e sono pericolose. A denunciarlo la consigliera comunale del Partito Democratico, Cristina Lodi, che ha raccolto diverse segnalazioni da parte dei residenti. Vengono richieste delle misure correttive “in quanto le scale si aprono verso il vuoto e quindi le persone hanno paura a salirvi sopra. Se c’è un difetto nella costruzione o nell’installazione, allora chiedo che vengano applicate subito delle modifiche”.

Il Comune di Genova ha avviato sin dagli scorsi mesi un piano di manutenzioni piuttosto denso, nei vari cimiteri comunali cittadini, e le nuove scale fanno per l’appunto parte di questo piano.

Si tratta, nel complesso, di un investimento per un totale di oltre un milione di euro: “Sono interventi diffusi nei cimiteri civici, che ricordo sono ben trentacinque, in tutto il territorio comunale - ha spiegato nelle passate settimane il vicesindaco Pietro Piciocchi - Abbiamo avviato uno screening di necessità su cui intervenire. Inoltre, viste le criticità che spesso si verificano sulle alberature e per la tutela del patrimonio arboreo custodito all’interno dei nostri cimiteri, a partire da quello di Staglieno, abbiamo individuato le risorse necessarie all’attivazione di una squadra ad hoc con personale e tecnici di Aster del settore Verde dedicati alle alberature”.

Proprio su questo fronte, Aster ha predisposto un piano di intervento straordinario quinquennale che prevede una mappatura delle aree valutate di maggiore rischio e quindi l’attivazione di opere necessarie alla messa in sicurezza del verde verticale. Sarà Aster, l’azienda partecipata del Comune di Genova per i Servizi Territoriali, a definire, di concerto con l’Ufficio tecnico cimiteri, quella che sarà una capillare mappa del rischio degli alberi a decorazione di tutti i cimiteri sul territorio comunale, e a intervenire, quindi, sulla base di un piano a lunga scadenza per cui sono stati stanziati 200.000 euro.

“La cura del verde e la sicurezza dei cimiteri civici sono impegni che l’attuale amministrazione sta portando avanti nell’ottica della valorizzazione di un sito come Staglieno, ma anche per garantire piena accessibilità a tutti i familiari che si recano in visita ai propri defunti nei trentacinque cimiteri delle diverse delegazioni - è il parere dell’assessore ai servizi civici, Marta Brusoni - Siamo consapevoli che il lavoro da fare sia molto e per questo stiamo coinvolgendo anche i privati”.

Inoltre a Staglieno, che è il principale cimitero della città, oltre che uno dei più importanti in Europa, dopo le gallerie Montino, Sant’Antonino e il porticato di Levante, anche la galleria Frontale sarà restaurata da Asef, l’azienda dei servizi funebri del Comune di Genova.

Solo nel corso degli ultimi sei anni, dal 2017 al 2022, Asef ha contribuito al recupero e la messa in sicurezza delle gallerie storiche del Monumentale erogando un milione e 800mila euro al Comune. Nell’elenco degli interventi recentemente finanziati si contano il restauro della prima e della seconda galleria Montino, della galleria Sant’Antonino, di una sezione del Porticato di Levante, la dotazione di scale scorrevoli alla galleria Nuova Cripta e ai cimiteri di Leira (Voltri), Torbella (Rivarolo) e Coronata, ma anche interventi ai cimiteri di Torbella, Pra’ (Palmaro), Nervi 3 (Nervi) e Leira, per la realizzazione di nuovi ossari. E ora, nell’immediato futuro, i lavori alla galleria Frontale di Staglieno, gravemente infiltrata e bisognosa di cure che solo mani esperte possono dare. L’intervento richiederà una copertura finanziaria di 1,4 milioni di euro, già in gran parte erogati dalla partecipata del Comune di Genova specializzata in onoranze e trasporti funebri.

Alberto Bruzzone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium