/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2023, 07:20

Meraviglie e leggende di Genova - L’edicola dei Beccai

L’edicola votiva si trova in via dei Macelli, a pochi passi dalla suggestiva piazzetta, un gesto di devozione voluto dalla corporazione dei Macellai e che ha una insolita posizione

Meraviglie e leggende di Genova - L’edicola dei Beccai

Edicole nei vicoli di Genova se ne possono contare un’infinità, da quelle dedicate a San Giovanni Battista, meno consuete, alle classiche raffiguranti la Madonna o la crocifissione, non mancano piccoli capolavori piazzati nelle facciate dei palazzi dei carruggi.

Una tra le più affascinanti è quella che si trova in via dei Macelli di Soziglia, detta ‘dei Beccai’.

Si tratta di una grande edicola posizionata a un livello più basso rispetto al consueto, e voluta nel Settecento dalla Corporazione dei Beccai, ossia dei Macellai che proprio nella zona avevano il macello e le principali attività.

Un tabernacolo, decorato con motivi a stucco, incornicia la Madonna che tiene in braccio Gesù Bambino nell’iconografia che la rappresenta come Regina di Genova: due angeli si sostituiscono alle colonne reggendo il timpano dove sono inseriti la raggiera e la rappresentazione dello Spirito Santo.

Le teste della Vergine e del Bambinello, muovendosi in due diagonali opposte, aprono la composizione trasmettendo un forte senso di movimento, sottolineato dal panneggio dell’abito della Madonna.

In basso, un’iscrizione ricorda i committenti dell’opera e l’anno di realizzazione: “Laniorum Ars Huius / Modi Deipare Simula / Crum Posvit Anno / Dni MDCCXXIV (1724)” ricordando che a voler la sistemazione dell’edicola votiva furono proprio i macellai.

Accanto all’edicola è posizionata una targa, una sorta di seconda iscrizione, che ricorda la storia dell’edicola e i recenti restauri: “La corporazione dei  macellai - si legge - collocò siffatta effigie della Madre di Dio l’anno del Signore 1724. Statua della Madonna come Regina di Genova (cerchia di Filippo Parodi)= ed epigrafe datata 1724 in marmo. Risistemate tra la fine del secolo XVI e l’inizio del XIX secolo in edicola neoclassica in stucco. Restaurata nel 1990 dall’associazione Macellai di Genova e Provincia”.

Isabella Rizzitano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium