/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2024, 10:04

Cena Condivisa, in migliaia alla grande tavolata nel Centro Storico

Successo per l’iniziativa promossa da associazioni e cittadini che ha unito i sestieri da piazza San Giorgio alla Commenda di Prè. Non resta che replicare anche l’anno prossimo

Cena Condivisa, in migliaia alla grande tavolata nel Centro Storico

Mangiare e bere insieme, ritrovandosi tra le strade del centro storico per riappropriarsi dello spazio pubblico, viverlo in una chiave diversa, all’insegna dell’inclusione e della condivisione.

Il successo della Cena Condivisa è stato un successo collettivo: migliaia di persone si sono ritrovate attorno ai tavoli disposti da piazza San Giorgio alla Commenda di Pre e hanno dato vita a un momento di convivialità aperto a tutte e tutti capace di celebrare la bellezza dello stare insieme.

Una cena lunga un chilometro e mezzo, organizzata dalle associazioni, dagli enti, dai comitati e dagli abitanti della zona e capace di unire i sestieri di Prè, Molo e Maddalena portando in strada (ed è proprio il caso di dirlo) a gioia dello stare insieme e la ricchezza della socialità combattendo attivamente i pregiudizi.

Momenti di condivisione di cibi, assaggi di cucine etniche, brindisi all’incontro che uniscono e ricostruiscono quel tessuto sociale di cui, oggi più che mai, se ne sente il bisogno.

Lo aveva raccontato anche Lisa Galantini, attrice toscana che ha scelto Genova e i suoi vicoli per vivere e tra le promotrici dell’iniziativa: “L’idea è nata dal desiderio dei volontari, persone che amano e vivono il centro storico, di organizzare occasioni di bellezza e comunità per dare al centro storico stesso la possibilità di essere visto e vissuto anche da chi lo conosce meno”.

La cena si è così tramutata naturalmente in un momento familiare in cui persone di ogni età si sono scambiare punti di vista, aneddoti e racconti, mentre di mano in mano è passato un bicchiere pieno ad accompagnare piatti ricolmi di ogni prelibatezza.

Alle 19,30 via alla cena che si è conclusa alle 22. I circa cento volontari hanno raccolto poi le stoviglie, messe a disposizione gratuitamente per tutti, e radunato tavoli e sedie; non è mancato anche qualche commensale che, attardandosi, ha aiutato le squadre riportando il proprio tavolo al punto di raccolta.
“Una cena bellissima”, si è sentito dire da più parti tra l’entusiasmo generale e la voglia di stare insieme nel modo più semplice e festoso possibile.

E con un successo del genere, non resta che replicare anche l’anno prossimo.

Isabella Rizzitano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium