/ Cultura

Cultura | 17 ottobre 2018, 19:16

Impresa ed ecologia nel convegno dell'Ucid a Palazzo della Meridiana

UCID Genova, WWF Italia e importanti esponenti della realtà sociale e imprenditoriale si incontrano per discutere il tema della salvaguardia del Creato e del ruolo dell’impresa in una nuova visione della sostenibilità ambientale.

Impresa ed ecologia nel convegno dell'Ucid a Palazzo della Meridiana

Il prossimo 22 ottobre 2018, alle ore 16, presso il Palazzo della Meridiana di Genova, Ucid Genova - Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti Sezione di Genova - organizza un convegno sul ruolo dell'impresa nella salvaguardia del pianeta.

Il convegno, che si ispira a "Laudato sì", l’enciclica “ecologica” emanata da papa Francesco nel maggio 2015, prosegue la tradizione di un incontro in autunno di UCID aperto alla città e vede tra i relatori importanti protagonisti della realtà sociale italiana. Dopo l’introduzione di Davide Viziano, vicepresidente Nazionale UCID, interverranno Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia, e Carlo Robiglio, presidente della Piccola Industria Confindustria.

"Dopo aver toccato il tema del lavoro nell'anno 2016 del giubileo della misericordia e delle tasse “giuste” nel 2017 - dice Giorgio Mosci, Presidente di UCID Genova - quest' anno vogliamo porre l'attenzione sul ruolo che l'impresa deve avere, cominciando dall’imprenditore e proseguendo attraverso i suoi manager e dirigenti, nel contributo al  mantenimento del Creato. Si partirà dal rispetto della dignità della persona: è questo il  fulcro dell'enciclica e del magistero del Papa. Di rispetto dell'ambiente si parla molto. Crediamo sia importante confrontarsi con alcune fra le più attive realtà di stampo laico impegnate sul fronte. Ci proponiamo, infatti, di interagire e contribuire a vicenda a un obiettivo di bene comune".

Il convegno, aperto da Giorgio Mosci, si chiuderà con le conclusioni del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova. A moderarlo Marco Ansaldo, vaticanista.   Dopo le relazioni di Roberto Leoni, Presidente Fondazione Sorella Natura, Alessandro Goria, economista ambientale, Donatella Bianchi, presidente WWF Italia, e Silvio Barbero, vicepresidente Università Scienze Gastronomiche di Pollenzo, posti in una prima sezione del convegno, dal titolo "L’uomo e l’impegno alla salvaguardia del Creato", si passerà a una tavola rotonda sulla "Gestione dell’impresa nel rispetto dell’ambiente". Vi interverranno, trattando di buone pratiche e obiettivi dell’impresa: Alberto Borgia, presidente Associazione Italiana Analisti Finanziari, Matteo Campora, assessore all’Ambiente del Comune di Genova, Maurizio Caviglia, segretario generale Camera di Commercio di Genova, Paola Rentocchini, Head of Environment Planning and Permitting Rina S.p.A., Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria, Marta Rocco, consigliere d’amministrazione Iren S.p.A.

"Non c'è giorno che passa che a livello mondiale non si parli delle crisi ambientale, di clima, della carenza di acqua nel continente africano o del problema della plastica e dell'inquinamento del mare - prosegue Giorgio Mosci - e questo comporta spesso anche il mancato rispetto dei diritti umani e il fenomeno migratorio, che ci riguarda molto da vicino. Salvaguardare il creato, obiettivo che Papa Francesco indica non solo ai cattolici ma a tutti, credenti e non, vuol dire affrontare con serietà problemi diversi e complessi, strettamente intrecciati fra loro".  

RG

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium