/ Attualità

Attualità | 02 agosto 2021, 16:30

Voltri, tornano sulla spiaggia i Golden Retriever del salvataggio in mare

Si rinnova la collaborazione tra Municipio VII Ponente e Scuola Italiana dei Cani da Salvataggio. Monitoreranno dal San Giuliano e alla foce del Cerusa, sino al termine dell’estate

Voltri, tornano sulla spiaggia i Golden Retriever del salvataggio in mare

I Golden Retriver sono entrati in azione lo scorso fine settimana e resteranno in azione sino al termine della stagione balneare. Anche quest’anno sulla spiaggia di Voltri, la più importante del Ponente genovese in termini di ampiezza, ritorna la collaborazione tra il Municipio VII Ponente e la Sics, ovvero la Scuola Italiana dei Cani da Salvataggio.

I membri dell’associazione sono giunti a spiaggia con i loro splendidi esemplari, compiendo dimostrazioni di che cosa significhi salvare una persona in mare e di quanto i cani siano utilissimi in questo senso. Si rinnova così una collaborazione ormai decennale tra Municipio e Sics, che l’assessore municipale Matteo Frulio commenta così: “Grazie ai componenti della Sics, coordinati da Gino Candeloro, che anche quest’anno monitoreranno tutto il litorale voltrese dal San Giuliano alla foce del Cerusa, sino a fine estate. E, permettetemelo, grazie a Mariella Garbero che, da volontaria, anche quest’anno si è spesa anima e corpo per ripetere questo progetto, per un litorale più sicuro, affiancato al servizio dei bagnini”.

I Golden Retriver, che sono una delle razze più indicate, e di conseguenza più utilizzate, per quanto riguarda il salvataggio in mare (ma sono molto importanti anche come cani da accompagnamento per le persone non vedenti, oltre che per la ricerca di persone scomparse), hanno suscitato grande curiosità da parte delle persone presenti, soprattutto dei bambini.

Frulio ha ricordato che, negli anni passati, “ci sono stati interventi di soccorso anche fondamentali”. E Gino Candeloro ha aggiunto: “Ringrazio il Municipio per il consueto supporto e per la calorosa accoglienza che ci riserva ogni anno. Un ringraziamento particolare va anche all’ammiraglio della Capitaneria di Genova, Sergio Liardo, che si è subito reso disponibile e ci ha garantito un indispensabile supporto”.

Il gruppo viene accolto, come consuetudine, nei locali della Spiaggia dei Bambini, che ancora una volta conferma la sua vocazione di punto di aggregazione non solo per i piccoli dei centri estivi del Comune di Genova ma anche per iniziative che coinvolgono in stretta misura il territorio e le realtà associative di volontariato che qui operano o chiedono di operare.

La Scuola Italiana Cani Salvataggio, che in Liguria è rappresentata dal gruppo ‘Vela’, è la più grande organizzazione nazionale dedicata alla preparazione dei cani e dei loro conduttori, le cosiddette Unità Cinofile, il cui obiettivo principale è l’addestramento al salvataggio nautico dei cani di tutte le razze, purché abbiano spiccate doti di acquaticità e un peso superiore ai trenta chili.

Per comprendere appieno la loro importanza, si pensi che solo l’Unità Cinofila è in grado di effettuare la rianimazione in acqua, impossibile senza l’aiuto del cane. I cani da salvataggio raggiungono performance notevolissime di potenza e resistenza: un unico cane è capace di trainare un battello con a bordo fino a trenta persone e di effettuare prove di resistenza di nuoto su distanze comprese tra i trecento metri e i quattro chilometri, in cui cane e conduttore nuotano insieme fianco a fianco per abituarsi alla perfetta sinergia nel lavoro di salvataggio in acqua.

La scuola organizza, unica in Italia, corsi per istruttori, al fine di trasmettere ad altri le esperienze e la professionalità raggiunta in tutti questi anni di lavoro insieme ai cani rilasciando ogni anno, su esame, il Brevetto di Salvataggio S.I.C.S. riconosciuto dal Ministero Trasporti e Navigazione al fine del servizio di salvataggio, in accordo con il comando Generale delle Capitanerie di Porto.

La Scuola Italiana Cani Salvataggio è inoltre l’unica struttura a livello europeo ad organizzare annualmente corsi di Elisoccorso per Cani da Salvataggio e collaborare regolarmente nel corso di svariate esercitazioni con tutti i nuclei elicotteristi italiani (Soccorso Aereo Aeronautica Militare Italiana, Guardia di Finanza, Protezione Civile, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia, Eliwork).

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium