/ Municipio Ponente

Municipio Ponente | 08 novembre 2021, 15:30

Villa Rosa a Pegli, petizione dei cittadini contro il degrado (FOTO)

Il parco, che ospita anche un plesso dell’Istituto Comprensivo Pegli, risulta in pessimo stato e i cittadini hanno organizzato una raccolta di firme per sensibilizzare il Comune sull’argomento. Chiarotti (Municipio VII Ponente): “Sono previste diverse azioni”

Villa Rosa a Pegli, petizione dei cittadini contro il degrado (FOTO)

Da tanto, troppo tempo, il parco di Villa Rosa a Pegli è in condizioni di forte degrado e necessiterebbe d’importanti interventi di manutenzione. E questo non solo perché si tratta di uno spazio pubblico molto frequentato a tutte le ore del giorno, ma anche perché ospita al suo interno un plesso dell’Istituto Comprensivo Pegli, e quindi l’attenzione dovrebbe essere anche superiore.

Più e più volte le varie criticità sono state segnalate al Comune di Genova. Adesso, un gruppo di cittadini pegliesi, in molti casi anche genitori dei ragazzi che frequentano queste aule, hanno organizzato una petizione sulla piattaforma Change.org, raggiungendo quasi cinquecento firme in poche ore.

La raccolta di firme si può visionare all’indirizzo https://bit.ly/3kc3rnh, ed è anche qui che si può aderire alla campagna di sensibilizzazione nei confronti di Palazzo Tursi, in particolare dell’assessorato comunale ai Lavori Pubblici, coordinato da Pietro Piciocchi. “Come nutrito gruppo di cittadini nonché genitori dei bambini frequentanti il plesso dell’Istituto Comprensivo Pegli sito in Villa Rosa - si legge nel testo - siamo a chiedere e pretendere la manutenzione ordinaria e, per alcune cose ormai logore, anche quella straordinaria della stessa villa. Villa Rosa necessita di manutenzione del verde, ripristino di alcune aree che si allagano con le piogge, manutenzione di muretti pericolanti sulle zone gioco dei bambini, ripristino delle recinzioni delle stesse aree gioco ormai pericolose, ripristino delle porte da calcio tolte circa tre anni fa perché pericolanti e mai più sostituite e pulizia dei tombini otturati in quasi tutta la villa. Siamo a chiedere l’intervento del Comune, che ormai da tempo dimostra disinteresse per aree troppo importanti per il loro aspetto sociale e storico”.

E, in attesa che l’amministrazione comunale intervenga, visto che la manutenzione dei parchi chiusi spetta ad Aster, è sceso in campo il Municipio VII Ponente che, nei mesi scorsi, ha ottenuto due lavoratori socialmente utili per eseguire almeno i lavori ordinari a Villa Rosa. Il presidente Claudio Chiarotti ha già effettuato due sopralluoghi in zona e chiarisce di aver molto a cuore la questione, spiegando gli impegni che saranno presi.

“Anzitutto, ci occuperemo di risistemare il campetto in basso a destra rispetto all’ingresso da viale Modugno, con le nuove porte di calcio. Quindi, grazie a un accordo con i lavoratori socialmente utili, saranno rimesse in ordine le aiuole nella parte più in alto della villa: abbiamo chiesto espressamente di quali attrezzi c’è bisogno affinché possano svolgere al meglio il loro compito. Poi, è in programma una revisione di tutte le potature, e Aster interverrà per quanto di sua competenza”.

In tema di caditoie, Chiarotti specifica che “è prevista una verifica e una contestuale pulizia di tutte le caditoie che ricevono acqua. Molte, come risultato dai sopralluoghi, sono piene di terra, quindi è necessario che intervengano i mezzi di Amiu. Queste azioni dovrebbero portare Villa Rosa ad avere un aspetto decisamente diverso. In seconda battuta, lavoreremo anche sulle recinzioni. È però importante che, una volta completato tutto questo percorso, poi non si finisca mai di porre la giusta attenzione sulle manutenzioni ordinarie”.

Alberto Bruzzone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium