/ Innovazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Innovazione | lunedì 06 agosto 2018, 09:30

Lifem, l'intelligenza artificiale per problemi di apprendimento

L’applicazione, in fase di sviluppo presso Digital Tree, utilizza un modello di rete neurale artificiale che rileva dislessia, discalculia e disgrafia

Un’applicazione in grado di risolvere il ritardo nella diagnosi di disturbi e disabilità, sia nell’apprendimento sia nell’ambito relazionale. È questo lo scopo di Lifem, il sistema di intelligenza artificiale ideato da Riccardo Arduino, che vuole essere da supporto alle diagnosi. L’applicazione, ancora in fase di sviluppo presso Digital Tree, si basa su un modello di rete neurale artificiale che rileva in maniera univoca la dislessia, la discalculia e la disgrafia, risultando particolarmente utili sia per gli ambulatori clinici che per le strutture scolastiche di ogni ordine e grado.

“L’idea è nata in ambito scolastico - racconta Riccardo Arduino, Co-founder Lifem - da uno psicologo e da un docente di sostegno, perché è stato evidenziato come la prima valutazione all’interno della scuola in Italia di un bambino che abbia disturbi dell’apprendimento, è data dai docenti stessi, che molto spesso non hanno abilità adeguate a riscontrare le problematiche. Quindi gli insegnanti, non sapendo come agire, ritengono opportuno mandare i bambini presso strutture sanitarie, come le Asl, che comportano dei costi di gestione per le famiglie. Inoltre – conclude - ci sono casi in cui i bambini, a causa delle fasi della crescita, sembrano essere affetti da tali disturbi, e casi, al contrario, che interiorizzano delle problematiche che non vengono percepite”.

Attualmente in Europa esiste un solo sistema funzionante in grado di rilevare soltanto la dislessia, mentre Lifem riesce a evidenziare problematiche di dislessia, discalculia e disgrafia prevedendo, inoltre, anche il livello di disturbo che affligge il bambino. In base a queste considerazioni è in grado di generare la terapia o aiutare nel percorso di cura.

 

Giovanna Ghiglione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore