/ Politica

Politica | 25 settembre 2018, 19:52

Pd e Lista Crivello occupano il consiglio comunale

L'iniziativa di protesta dopo la bocciatura della richiesta di tenere una seduta di consiglio ad oltranza fino al varo del Decreto Genova da parte del governo, il Pd: "Dopo 42 giorni nessun decreto e nessun commissario"

Pd e Lista Crivello occupano il consiglio comunale

Consiglio comunale ad oltranza, fino a che non arriverà dal Governo il Decreto per Genova per affrontare l'emergenza a seguito del tragico crollo del ponte Morandi, quest la richiesta della capogruppo Cristina Lodi, a nome del Gruppo consiliare del Partito democratico: “Tutta la città sta attendendo questo documento, la cui presentazione continua ad essere rimandata - ha dichiarato Lodi - dopo 42 giorni nessun decreto, nessun commissario e nessuna certezza.

La richiesta del Pd è stata respinta dal voto della maggioranza e dei consiglieri M5S, e Gruppo consiliare democratico con la lista Crivello sono rimasti in Aula Rossa ad attendere informazioni sul decreto.

"Abbiamo appreso dagli organi di informazione che il Decreto per Genova, più volte annunciato e atteso oggi al Quirinale, con il Presidente della Repubblica pronto a compiere il percorso per la tempestiva promulgazione del documento, è bloccato presso i Ministeri competenti, avendo la Ragioneria dello Stato avanzato seri dubbi sulle coperture finanziarie per dare sostegno alla città - ha proseguito Cristina Lodi - Il Governo continua a dimostrare disinteresse per Genova e, a distanza di quarantadue giorni dal tragico crollo del Ponte Morandi, continua a non dare risposte. Oggi chiediamo che siano il sindaco della città e il presidente della Regione, con i quali, con spirito bipartisan, abbiamo fino ad oggi mantenuto una collaborazione istituzionale, ad alzare la voce con il Governo, testimoniando l'allarme crescente che preoccupa tutte le forze sociali ed economiche genovesi.

"È evidente - conclude la capogruppo del Pd in Comune - che a oggi l'azione di Bucci e Toti non ha determinato alcun impegno per la città da parte del Governo: infatti non c’è nessun Commissario e nessuna decisione sulla ricostruzione del Ponte.Chi ha incarichi all'interno di questo Governo, e rappresenta Genova e la Liguria a livello nazionale, oggi ha il dovere di prendere una posizione netta a favore della città che aspetta risposte con tempestività. Dopo 42 giorni dalla tragedia del Morandi, cosa fa il vice ministro Rixi? Preferisce mantenere la poltrona o lottare per la città?È inaccettabile lo scaricabarile sulla Ragioneria generale dello Stato, senza che nessuno si assuma le proprie responsabilità nell’ammettere l’incapacità politica di risolvere questa situazione ormai al collasso".

RG


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium