/ Eventi

Eventi | 25 settembre 2020, 10:31

Beneficenza e moto a Genova: centauri gentiluomini contro il cancro alla prostata

L'evento genovese è organizzato da Cafe Racer Genova

Beneficenza e moto a Genova: centauri gentiluomini contro il cancro alla prostata

Torna anche quest’anno la “corsa” motociclistica della solidarietà che vedrà impegnati centinaia di migliaia di centauri in tutto il mondo, Genova compresa.

Sarà però un’edizione speciale: in conformità con il distanziamento sociale per l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, non ci sarà il consueto corteo di motociclette a sfilare per le strade della città, né la festa finale, ma ognuno, vestito di tutto punto, salirà in sella della sua moto per una “corsa” in solitaria. Si correrà lo stesso giorno, per la stessa causa, che è quella di raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro alla prostata.

Socialmente distanziati, ma globalmente connessi, hanno scritto gli organizzatori dall’Australia e non potrebbe che essere cosi. In Italia le città che prendono parte all’evento sono oltre 50, ma nel mondo sono più di 700 con oltre centomila motociclisti impegnati in una corsa che in realtà è una gara di solidarietà: dal 2012 (primo DGR) ad oggi sono stati raccolti 24.5 milioni di dollari da oltre trecentomila centauri.

“Anche Genova farà la sua parte come sempre - fa sapere Giorgio Bana di Cafe Racer Genova, il gruppo motociclistico che organizza l’evento per il settimo anno - le iscrizioni sono aperte e invitiamo tutti a partecipare e donare, la comunità dei motociclisti è sempre stata generosa e speriamo che anche quest’anno, nonostante le difficoltà risponda un gesto di solidarietà”.

L'evento è contraddistinto oltre che dalla generosità anche per l’eleganza del suoi partecipanti: consigliato l’abito elegante, possibilmente vintage e per i gentiluomini baffi e barbe sono particolarmente graditi (anche finti). Il look si ispira agli anni Cinquanta e Sessanta così come le motociclette, le vespe e le lambrette che saranno protagoniste. Tra queste spiccano quelle in stile cafe racer, tutte rigorosamente modificate e una diversa dall’altra. 

Cosa è il Distinguished Gentleman’s Ride: In tutto il mondo sono oltre 100 i paesi che parteciperanno all’evento, dall’Albania al Venezuela, dalle Filippine all’Uruguay, fino a Sydney in Australia dove nel 2012 Mark Hawwa diede il via al primo Distinguished Gentleman’s Ride per sensibilizzare e raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro alla prostata. Tutti i continenti sono rappresentati per una corsa solidale dove i motociclisti sfoggeranno i loro abiti migliori, possibilmente in stile vintage con barbe e baffi impomatati in sella a motociclette da sogno. 

Come partecipare: per iscriversi basta possedere una moto classica o classica moderna (café racer, scrambler, bobber, custom), vespe o lambrette e sfoggiare un abito elegante. Ci si iscrive sul sito www.gentlemansride.com, si seleziona il “ride” di Genova e si fa una donazione. Vista l’emergenza sanitaria, non ci sarà la consueta sfilata, ma ognuno durante la giornata sfilerà in sella alla sua moto e con i suoi abiti migliori per una corsa in solitaria. 

"Una foto da condividere sui social segnando gli hashtag #ridesolo, #gentlemansride, #dgr2020 ci farà sentire globalmente connessi anche se socialmente distanziati e un po' meno soli", conclude Giorgio Bana di Cafe Racer Genova.

L'evento genovese è organizzato da Cafe Racer Genova.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium